Questura di Trieste

  • Via Tor Bandena 6 - 34121 TRIESTE ( Dove siamo)
  • telefono: 0403790111
  • email: gab.quest.ts@pecps.poliziadistato.it

Denunciati due cittadini turchi dalla Polizia di Stato

Controlli della Polmare in ambito portuale

Personale dell'Ufficio di Polizia di Frontiera Marittima, nell'ambito della normale attività di controllo e verifica dei passeggeri che giungono in questo Porto a mezzo dei traghetti che con cadenza quotidiana provengono dalla Turchia, poneva particolare attenzione nei confronti di un cittadino turco, S.V. di 40 anni, che esibiva il proprio passaporto ed un permesso di soggiorno tedesco che gli avrebbe consentito di passare agevolmente la frontiera ed entrare in territorio "Schengen".

L'abilità degli agenti operanti permetteva di riscontrare che il permesso di soggiorno tedesco esibito era in realtà abilmente contraffatto e facente parte di uno stock di permessi rubati in bianco in un Municipio tedesco.

Successivi accertamenti effettuati in collaborazione con il Centro di Cooperazione internazionale di Polizia di Thorl-Maglern (A), ufficio che svolge la propria attività alle dipendenze della IV Zona di Polizia di Frontiera di Udine, permettevano di appurare che lo straniero risultava ben noto alle polizie tedesca ed austriaca per numerosi reati perpetrati in quegli stati nonché per avere declinato nel corso della sua attività criminosa 52 identità diverse.

Lo straniero veniva deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria e respinto dal Territorio Nazionale a bordo dello stesso traghetto con cui era giunto in questo Porto.

Durante la stessa giornata, nell'ambito dell'attività di contrasto all'immigrazione clandestina, cd. di "seconda linea", svolta da questo Ufficio di Polizia di Frontiera Marittima nei confronti del citato traghetto e dei numerosi mezzi autoarticolati sbarcanti, il personale operante rintracciava nelle vicinanze il cittadino turco O.S. di 24 anni che, privo di documenti ed approfittando della situazione caotica che si viene a creare durante lo sbarco dei mezzi, tentava di entrare clandestinamente in Territorio Nazionale.

Anche questo secondo straniero veniva deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per il tentativo di ingresso illegale e respinto a bordo del traghetto che in serata partiva facendo rientro al porto di provenienza.


21/02/2011

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/11/2019 15:39:56