Questura di Verona

  • Lungadige Antonio Galtarossa, 11 - 37133 VERONA ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino: 0458090411
  • fax: 0458090490
  • email: Consulta elenco PEC in Orari e Uffici della Questura
  • facebook

Orari e uffici della Questura

Ufficio e indirizzo Giorno Mattina Pomeriggio

Questura Verona Ufficio Gabinetto
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 045 8090411
Fax: 045 8090587
Email: gab.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
 

Questura Verona Ufficio Passaporti
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 0458090411 - digitare 1 oppure 045 8090 409
Fax: 0458090475
Email: ammin.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì 08:30-12:30
Martedì 08:30-12:30 15:00-17:00
Mercoledì 08:30-12:30
Giovedì 08:30-12:30 15:00-17:00
Venerdì 08:30-12:30
Sabato
Domenica
blocco notes Note: Come richiedere il passaporto

Con l’introduzione del passaporto elettronico, tutti i cittadini residenti nella provincia di Verona (eccetto i minori di anni 12), per ottenere il rilascio del titolo, dovranno recarsi in Questura per l’acquisizione delle impronte digitali.
Per prenotare un appuntamento, occorre connettersi via internet all’indirizzo https://www.passaportonline.poliziadistato.it, previa registrazione dell’utente (cosiddetto “login”), che può essere effettuata solo da persone maggiorenni.
Ogni utenza è strettamente personale e consente sino ad un massimo di cinque prenotazioni.
Coloro che non dispongono di una connessione Internet, possono richiedere la prenotazione online attraverso i comuni di residenza o le Stazioni dei Carabinieri abilitate e competenti per territorio.
Il sistema indica in automatico i primi giorni liberi per l’appuntamento. Nel caso in cui il numero degli accessi sia particolarmente elevato, le disponibilità si potrebbero esaurire in breve tempo. Tale eventualità viene segnalata dal sito con la dicitura “non vi sono posti disponibili nelle strutture della tua provincia”.
Questa indicazione, tuttavia, è soltanto temporanea poiché ogni giorno, a partire dalle ore 13.00, sono messi a disposizione dei richiedenti nuovi appuntamenti:
circa 130 il lunedì, il martedì ed il venerdì, circa 180 il martedì ed il giovedì.
Si consiglia pertanto di aggiornare a ogni accesso la pagina web premendo il tasto F5.
Il giorno dell’appuntamento, l’utente sarà chiamato in base alle ultime quattro cifre del codice alfa-numerico, riportato in altro a destra nella ricevuta di prenotazione, che apparirà sul display della sala di attesa unitamente al numero dello sportello.
Nel caso in cui l’utente non possa rispettare l’appuntamento nel giorno prefissato, è pregato di cancellare dal web la prenotazione in modo da rendere disponibile il posto per un altro richiedente.
Per velocizzare la procedura di rilascio, è necessario presentarsi all’ appuntamento con tutta la documentazione indicata sul sito www.poliziadistato.it – area tematica “Passaporti” – e con una copia del documento d’identità.
Si consiglia, comunque, di verificare per tempo le proprie esigenze e la scadenza del passaporto, in modo da prenotarsi in anticipo rispetto alla partenza.
Per avere notizie aggiornate sui documenti necessari per viaggiare nei singoli Stati si consiglia di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it (per l'ingresso nel Regno Unito bisogna munirsi del passaporto o carta di identità valida per l'espatrio).
Gli utenti che non riescono a prenotarsi online in tempo utile per la partenza, potranno comunque presentare la richiesta del passaporto direttamente in Questura, attraverso la cosiddetta procedura d’urgenza, allegando la documentazione che comprova tale necessità (es. biglietto di viaggio, motivi di lavoro, salute, studio).
I cittadini che intendono fruire di tale procedura saranno ricevuti dal funzionario dell’Ufficio Passaporti, che assegnerà loro un numero, dopo aver vagliato la loro posizione.
Il passaporto viene rilasciato nel termine di 15 giorni dalla presentazione della richiesta e anche prima, in caso di necessità, in tempo utile a soddisfare le proprie esigenze di mobilità.
Nei casi di urgenza, ove non vi siano elementi ostativi, il passaporto sarà rilasciato a vista (cosiddetto “passaporto subito”).
Coloro che volessero ricevere il passaporto a domicilio, possono farne richiesta al momento della presentazione della richiesta, compilando l’apposita busta per l’assicurata, che verrà fornita allo sportello, sulla quale saranno indicati i dati relativi al domicilio.
Il servizio è offerto da Poste Italiane S.p.A, dietro pagamento del costo dell’assicurata di € 9,05 direttamente all’operatore, al momento del ricevimento della busta.

Come programmare una nuova prenotazione
Qualora un appuntamento venga disdetto, non sarà più possibile fissarne uno di nuovo nella medesima data poiché il sistema non lo consentirebbe. Sarà necessario, quindi, fissare l’appuntamento in altra data.

I documenti necessari per richiedere il passaporto
Le informazioni utili al rilascio del passaporto sono consultabili sul sito www.poliziadistato.it cliccando sull’area tematica Passaporti. I moduli per la richiesta di passaporto possono essere scaricati dal medesimo link.
I passaporti vanno richiesti presso la Questura di residenza. Nel caso di richiesta presentata presso altra provincia occorrerà attendere il Nulla Osta della Questura di residenza che comporterà un inevitabile allungamento dei tempi di consegna.

Per richiedere il passaporto occorre presentare la seguente documentazione: • modulo di richiesta passaporto per maggiorenni/minorenni, stampabile dal sito www.poliziadistato.it
• originale e fotocopia fronte-retro del documento di identità in corso di validità (carta d'identità o altro documento equipollente munito di fotografia e firma)
• 2 foto formato tessera, identiche e recenti che rispettino le condizioni ICAO previste per il rilascio del passaporto elettronico (ripresa frontale, ovale del viso ben visibile, senza occhiali e/o copricapo)
• contributo amministrativo di € 73.50 (no marche da bollo) da acquistare presso una rivendita di valori bollati (possono essere usati anche contributi degli anni precedenti, ancora in corso di validità, con l'eventuale integrazione necessaria per raggiungere l'importoattualmente vigente)
• bollettino postale dell’avvenuto versamento di € 42.50 sul conto corrente 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro avente causale: "importo per il rilascio del passaporto elettronico". Sono disponibili bollettini precompilati presso gli uffici postali.
• in caso di rinnovo, il precedente passaporto. In caso di smarrimento o furto, copia della denuncia.

Come richiedere il passaporto in presenza di figli minori
Nel caso in cui il passaporto viene richiesto da persona con figli minori è necessario acquisire il consenso dell'altro genitore.
Se entrambi i genitori sono presenti all’atto della presentazione dell’istanza, il consenso potrà essere espresso firmando l’apposto modulo davanti al pubblico ufficiale che riceve la richiesta di passaporto.
In caso di assenza di un genitore, si potranno verificare le seguenti ipotesi, a seconda che l’assenza riguardi:
• Genitore italiano e/o comunitario. Quello che presenta la domanda dovrà esibire il modulo dell'assenso sottoscritto, in originale e in modo leggibile, dall’altro genitore e allegare copia fotostatica del relativo documento di identità
• Genitore extracomunitario residente in Italia. L’atto di assenso dovrà essere autenticato da un pubblico ufficiale e dovrà essere integrato dalla fotocopia del documento di identità e del suo permesso/carta di soggiorno.
• Genitore extracomunitario non presente in Italia. L'atto di assenso dovrà essere presentato presso l'Ambasciata o il Consolato italiano del suo paese di residenza e consegnato in originale direttamente all'Ufficio Passaporti o inviato a mezzo dell'Autorità consolare con posta elettronica certificata.
• Coniuge deceduto. È sufficiente compilare l'autocertificazione sullo stesso modulo di richiesta del passaporto.
In tutti gli altri casi, ad es.: coniuge irreperibile o che rifiuta di prestare l'assenso, sarà necessaria l'autorizzazione del Giudice Tutelare competente.

Come richiedere il passaporto per minori
Il passaporto per i minorenni è richiesto dal genitore o dalla persona che ne esercita la patria potestà utilizzando l'apposito modulo contenente le generalità del minore e le firme dei genitori per l'assenso. La documentazione da allegare è la medesima di quella prevista per il passaporto dei maggiorenni anche per quanto riguarda l’assenso dell’altro coniuge.
Pertanto, qualora uno dei genitori sia irreperibile o rifiuti di prestare l'assenso, sarà necessario presentare l'autorizzazione del Giudice Tutelare così come anche in caso di affido esclusivo in quanto tale atto non determina il venir meno della potestà genitoriale dell'altro genitore.
Fino al 12° anno non compiuto, non è richiesta l'acquisizione delle impronte digitali.
Per ragioni di celerità, previa legalizzazione della foto del minore in Comune, l'utente potrà spedire l'intera pratica direttamente all'Ufficio Passaporti tramite Raccomandata A/R, facendo attenzione ad allegare una fotocopia del documento di identità di entrambi i genitori.
Se avrà compiuto il 12° anno di età, il minore dovrà necessariamente essere presente per l'acquisizione delle impronte digitali e della firma.

Documento di Accompagnamento per i minori di anni 14
Il minore degli anni 14 per viaggiare all'estero deve essere accompagnato dai genitori o da altro accompagnatore da loro autorizzato.
Qualora i genitori o chi esercita la potestà tutoria intendano concedere l'autorizzazione a una persona fisica o a una società di trasporto, a es.: compagnia aerea o di navigazione, dovranno sottoscrivere la dichiarazione di accompagnamento.
La richiesta potrà essere presentata direttamente sul sito della Polizia di Stato all’indirizzo www.passaportonline.poliziadistato.it, il medesimo della prenotazione del passaporto.
Quando il documento sarà pronto il cittadino verrà avvisato via e-mail per il successivo ritiro.
Si dovrà, quindi, presentare allo Sportello 1 dell’Ufficio Passaporti con il modello di richiesta, stampato e firmato da entrambi i genitori, e con le fotocopie fronte/retro di un documento d’identità, in corso di validità, del minore, dei genitori e degli accompagnatori.
La documentazione potrà essere presentata anche da un solo genitore oppure da persona munita di delega scritta. Nel caso in cui uno dei genitori fosse cittadino di uno Stato extra UE, la firma dovrà essere apposta innanzi a un pubblico ufficiale.
Prima di ritirare il documento è necessario prendere il ticket di accesso.
L’Attestazione è valida solo per un viaggio, comprensivo di andata e ritorno. Pertanto sarà necessario rinnovarla ogni qualvolta il minore di anni 14 debba oltrepassare i confini nazionali. Il tempo massimo di validità della Attestazione è di 6 mesi, termine entro il quale devono essere ricomprese le date di partenza e di rientro. Tale validità, non potrà comunque superare la data della scadenza del documento di espatrio del minore (passaporto/carta d'identità).

Cambio di residenza sul passaporto
In caso di cambio di residenza, occorre presentare allo Sportello 1 una domana (il modulo può essere stampato dal sito www.poliziadistato.it), corredata dalla fotocopia del passaporto da aggiornare e l'originale del documento di identità.
Il passaporto viene aggiornato in tempo reale e resituito tempestivamente.

Orario Ufficio Passaporti
Dall’11 febbraio 2019, l’Ufficio Passaporti resterà aperto al pubblico:

per la ricezione delle istanze urgenti
• dalle 8.30 alle 12.30 dal lunedì al venerdì
• dalle 15.00 alle 17.00 il martedì ed il giovedì

per la consegna dei passaporti:
• dalle 8.30 alle 12.30 il lunedì, il mercoledì ed il venerdì
• dalle 8.30 alle 15.00 il martedì ed il giovedì

per il servizio di informazione telefonica
• dalle 8.30 alle 12.30 dal lunedì al venerdì

Per gli appuntamenti on line dei passaporti continueranno invece a valere gli orari forniti dall’Agenda online.

Informazioni sulla procedura di rilascio dei passaporti

Informazioni complete sui documenti occorrenti e sulle modalità di rilascio dei passaporti possono essere facilmente reperite:
• sul sito della Questura di Verona e della Polizia di Stato, dal quale si potrà scaricare la relativa modulistica
• dal risponditore telefonico automatico della Questura al numero 045 8090 411

Per quesiti specifici di carattere tecnico o segnalazione di casi particolari si consiglia di utilizzare la email ammin.quest.vr@pecps.poliziadistato.it
Ove i mezzi di cui sopra non soddisfino le proprie esigenze di informazione, l’utente potrà contattare direttamente l’ufficio, chiamando il numero sopra indicato, digitando il tasto 3 del risponditore automatico dopo essere entrato nel menù riguardante l’Ufficio Passaporti.
 

Questura Verona Ufficio Immigrazione
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 0458090411 - digitare 2
Fax: 0458090502
Email: immig.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì 08:30-12:30
Martedì 08:30-12:30
Mercoledì 08:30-12:30
Giovedì 08:30-12:30
Venerdì 08:30-12:30
Sabato
Domenica
blocco notes Note: I cittadini stranieri che devono ritirare il permesso/carta di soggiorno nonché acquisire le impronte digitali, dovranno esibire all'ingresso della Questura l'invito ricevuto in formato cartaceo o tramite sms, inviato dal sistema elettronico, contenente l'indicazione del giorno e dell'ora dell'appuntamento.
Per evitare inutili attese si raccomanda agli utenti di rispettare scrupolosamente gli orari indicati e di non anticipare di molto l'arrivo in Questura che sarà consentito soltanto a partire dal 15 minuti prima dell'appuntamento fissato.

Il rilascio/rinnovo del Permesso di Soggiorno Elettronico deve essere richiesto con l’apposito kit da spedire tramite gli sportelli degli Uffici postali.
E’ possibile reperire l’elenco degli Uffici Postali abilitati sul sito http://www.posteitaliane.it
E’ possibile controllare se il proprio documento di soggiorno è pronto sul sito https://www.poliziadistato.it inserendo i riferimenti user-id e password stampigliati sulle ricevute postali.

I documenti relativi a: attestazione di presenza, permesso di soggiorno cartaceo per motivi di famiglia limitatamente al primo rilascio ai sensi dell’art. 19 del Decreto Legislativo 286/1998, motivi di famiglia ai sensi del Decreto Legislativo 30/2007, cure mediche per gravidanza e vacanza lavoro, devono essere presentati esclusivamente previo appuntamento da richiedere allo Sportello Integrazioni/Appuntamenti dell’Ufficio Immigrazione il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Ritiro documenti di soggiorno
L’interessato, previo ritiro del ticket di accesso, potrà ritirare il documento di soggiorno presentando il passaporto e le ricevute dell’ufficio postale, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, a eccezione del documento per richiesta Asilo politico che potrà essere ritirato solo il martedì e giovedì con orario 8.30 - 12.30.

Le pratiche potranno essere integrate direttamente allo Sportello Integrazioni/Appuntamenti dell’Ufficio Immigrazione con il seguente orario: lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, all'indirizzo immig.quest.vr@pecps.poliziadistato.it o al fax 045 8090 502.

La data della convocazione può essere controllata e stampata dal sito https://www.portaleimmigrazione.it accedendo con la user-id e password stampigliate sulle ricevute dell’ufficio postale.

Per anticipare o posticipare la convocazione inerente il documento di soggiorno e per coloro che, facenti parte dello stesso nucleo familiare, intendano recarsi presso l’Ufficio Immigrazione nello stesso giorno, è necessario presentare richiesta scritta all’ Ufficio Immigrazione con le seguenti modalità:
- tramite la e-mail immig.quest.vr@pecps.poliziadistato.it
- tramite il fax n. 045 8090 502
- con spedizione a Questura di Verona – Ufficio Immigrazione – Lungadige Galtarossa n. 11 – 37133
Alla richiesta dovranno essere allegate le copie:
- del passaporto
- della convocazione
- delle ricevute postali
- del documento di soggiorno (se già in possesso).

Per avere conferma della nuova data di convocazione è necessario poi collegarsi al sito https://www.portaleimmigrazione.it accedendo sempre con la user-id e password stampigliate sulle ricevute dell’ufficio postale.
 

Questura Verona Ufficio Armi
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 045 8090411 - selezione 3 oppure 045 8090430
Fax: 0458090475
Email: ammin.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì 08:30-12:30
Martedì
Mercoledì 08:30-12:30
Giovedì 15:00-17:00
Venerdì 08:30-12:30
Sabato
Domenica
blocco notes Note: La nuova normativa sulle armi approvata dal Decreto Legislativo 10 agosto 2018 n. 104 all’art. 3, ha previsto: “Chiunque detiene armi comuni da sparo senza essere in possesso di alcuna licenza di porto d’armi, ad eccezione di coloro che sono autorizzati dalla legge a portare armi senza licenza e dei collezionisti di armi antiche, è tenuto a presentare ogni cinque anni la certificazione medica prevista dall’articolo 35, comma 7, secondo le modalità disciplinate con il decreto di cui all’articolo 6, comma 2, del decreto legislativo 26 ottobre 2010, n. 204”.
Qualora il detentore risulti titolare di licenza di porto d’armi, l’obbligo di presentazione del certificato decorre dalla scadenza della stessa, se non rinnovata.
Nel caso di mancata presentazione del certificato medico, il Prefetto può vietare la detenzione delle armi denunciate, ai sensi dell’articolo 39.
La certificazione medica è rilasciata, sulla base del certificato anamnestico del medico di famiglia, dal settore medico-legale delle Aziende Sanitarie Locali o da un medico militare, della Polizia di Stato o del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in servizio e non in quiescenza.
La mancata presentazione del certificato medico porterà alla successiva diffida del detentore che, qualora non adempia a quanto intimato, sarà destinatario dell’emissione del decreto Prefettizio di divieto detenzione delle armi ai sensi dell’art. 39 T.U.L.P.S., per mancanza dei requisiti soggettivi.
Le certificazioni dovranno essere presentate all’Ufficio di Polizia competente (Questura o Comando Stazione dell’Arma dei Carabinieri)

E’ necessario ritirare il ticket di accesso C prima di accedere allo sportello

Le informazioni per l'Ufficio Armi potranno essere richieste alla e-mail ammin.quest.vr@pecps.poliziadistato.it oppure numero 045 8090 430, dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.30
 

Questura Verona Ufficio Autorizzazioni di Polizia
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 0458090411 - digitare 4 oppure 045 8090 412
Fax: 0458090475
Email: ammin.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì 08:30-12:30
Martedì
Mercoledì 08:30-12:30
Giovedì
Venerdì 08:30-12:30
Sabato
Domenica
blocco notes Note: La Questura rilascia le seguenti Autorizzazioni di Polizia: commercio, fabbricazione e mediazione di oggetti preziosi, recupero crediti, accettazione e raccolta scommesse, esercizio dell’arte fotografica, gas tossici, vendita a domicilio a mezzo persone incaricate al domicilio del consumatore, nulla osta al brevetto di volo sportivo/da diporto, nulla osta al brevetto di volo da diporto sportivo, detenzione,commercio e noleggio di audio/videocassette e altri supporti magnetici, vidimazione dei registri per autodemolitori.

L’Ufficio riceve, inoltre, la comunicazione di infortunio sul lavoro, limitatamente a quello occorso nel comune di Verona, all’indirizzo ammin.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

L’infortunio occorso in altro comune deve essere inviato allo stesso comune in cui lo stesso si è verificato.

Prima di presentare la richiesta di licenza di scommesse, informarsi presso il comune circa l’esistenza di vincoli all’apertura di tale tipo di locali.

La modulistica può essere stampata all'indirizzo http://www.poliziadistato.it/statics/21/modulo_esercizio_scommesse.pdf

Le informazioni per le Autorizzazioni di Polizia potranno essere richieste alla e-mail:
ammin.quest.vr@pecps.poliziadistato.it


oppure al numero 045 8090 412
dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.30
 

Questura Verona Ufficio Alloggiati Web
Lungadige Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 045 8090411 - digitare 5
Fax: 045 8090585
Email: upgaip.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
 

Questura Verona Ufficio Cessione Fabbricato
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 0458090411 - digitare 6
Email: anticrimine.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì 08.30-11.00
Martedì
Mercoledì 08.30-11.00
Giovedì
Venerdì 08.30-11.00
Sabato
Domenica
blocco notes Note: La Comunicazione di Ospitalità dovrà essere presentata:

- in una sola copia, se inviata all'indirizzo anticrimine.quest.vr@pecps.poliziadistato.it (verrà data risposta solamente in caso di pratica incompleta)
oppure
- in due copie compilate in originale, se presentata all'Ufficio Cessione Fabbricato/Ospitalità - Divisione Anticrimine che riceve: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 11.00

Allegare obbligatoriamente la seguente documentazione:
- fotocopia chiara e leggibile, in bianco e nero o a colori, del documento di identità in corso di validità, dell'ospitante e dell'ospitato con cittadinanza italiana (nel caso in cui si tratti di cittadini stranieri extracomunitari sarà necessario presentare la fotocopia chiara e leggibile, in bianco e nero o a colori, del passaporto con visto o il timbro Schengen d’ingresso oppure la fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità. In caso di rinnovo del permesso di soggiorno sarà necessario allegare la copia della ricevuta dell'assicurata a Poste Italiane e il relativo bollettino o il cedolino rilasciato dalla Questura)
- fotocopia chiara e leggibile, in bianco nero o a colori, del documento di identità in corso di validità o del passaporto (nel caso in cui l’ospitante o l’ospitato siano cittadini dei Paesi dell’Unione Europea)
-fotocopia dei dati anagrafici del legale rappresentante, qualora l'ospitante o l'ospitato facciano parte di una società
- fotocopia della documentazione comprovante la proprietà o il titolo di godimento dell'immobile (atto di proprietà o contratto di locazione) corredato del “Modello A (dichiarazione del proprietario che consente all’affittuario di ospitare il cittadino straniero) e del documento del proprietario.

Coloro che hanno l'immobile fuori del Comune di Verona devono presentare la Comunicazione di Ospitalità presso il Comune di competenza

La Comunicazione di Cessione di Fabbricato dovrà essere presentata:

- in una sola copia, inviata all'indirizzo PEC anticrimine.quest.vr@pecps.poliziadistato.it (verrà data risposta solamente in caso di pratica incompleta)
oppure
- in due copie compilate in originale, se presentata all'Ufficio Cessione Fabbricato/Ospitalità – Divisione Anticrimine che riceve: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 08.30 alle ore 11.00

Allegare obbligatoriamente la seguente documentazione:
- fotocopia chiara e leggibile, in bianco e nero o a colori, del documento di identità in corso di validità, del cedente e del cessionario con cittadinanza italiana (nel caso in cui si tratti di cittadini stranieri extracomunitari sarà necessario presentare la fotocopia chiara e leggibile, in bianco e nero o a colori, del passaporto con il visto o il timbro Schengen d’ingresso oppure copia del permesso di soggiorno in corso di validità. In caso di rinnovo del permesso di soggiorno sarà necessario allegare copia della ricevuta dell’assicurata a Poste Italiane e del relativo bollettino o copia del cedolino rilasciato dalla Questura)
- fotocopia chiara e leggibile, in bianco e nero o a colori, del documento di identità o del passaporto (nel caso in cui il cedente e il cessionario siano cittadini dei Paesi dell'Unione Europea)
- copia dei dati anagrafici del legale rappresentante, qualora il cedente o il cessionario facciano parte di una società
- fotocopia della documentazione comprovante la proprietà o il titolo di godimento dell’immobile (atto di proprietà o contratto) corredato del “Modello A (dichiarazione del proprietario che consente all’affittuario di ospitare il cittadino straniero) e del documento del proprietario.

Coloro che hanno l'immobile fuori del Comune di Verona devono presentare la Comunicazione di Cessione Fabbricato al Comune di competenza.
 

Questura Verona U.R.P. - Ufficio Relazioni con il Pubblico
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 0458090411 - digitare 7
Fax: 0458090587
Email: urp.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì 09:00-12:30
Martedì 09:00-12:30
Mercoledì 09:00-12:30
Giovedì 09:00-12:30
Venerdì 09:00-12:30
Sabato
Domenica
blocco notes Note: L'Ufficio Relazioni con il Pubblico, istituito in linea con le direttive del Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza -, è operante in tutte le Questure d’Italia e rappresenta un punto privilegiato di incontro e di dialogo tra la Questura e il cittadino. L'Ufficio si propone di soddisfare tempestivamente ed in modo soddisfacente le esigenze di informazione e comunicazione dei cittadini ed enti esterni.

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura di Verona risponde ai quesiti scritti del cittadino attraverso l'indirizzo di e-mail:

urp.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

https://http://www.poliziadistato.it/scrivici/message/

L'U.R.P.,
al quale è addetto personale qualificato, ha fra le varie competenze anche quella di:

Informare
- sui compiti della Polizia di Stato
- sull'organizzazione della Questura, sulla dislocazione degli Uffici dipendenti e sugli orari di apertura al pubblico
- sulla documentazione necessaria e la procedura per ottenere autorizzazioni di Polizia, semplificando la fruizione dei servizi

Fornire
- la modulistica necessaria per la presentazione di istanze e dichiarazioni sostitutive delle certificazioni (autocertificazioni), consentendo di esercitare con rapidità e chiarezza i propri diritti
- materiale divulgativo in merito ai servizi erogati dalla Questura

Ricevere
- osservazioni da parte dei cittadini sulla qualità dei servizi erogati dalla Questura ed eventuali suggerimenti e proposte per il miglioramento degli stessi

Verificare
- periodicamente il gradimento del cittadino attraverso sondaggi e questionari
 

Questura Verona Ufficio Concorsi
Lungadige Antonio Galtarossa, 11
37133 (VERONA - VR)
Telefono: 0458090427/546
Email: uffpers.quest.vr@pecps.poliziadistato.it

Lunedì 09:00-12:00
Martedì 09:00-12:00
Mercoledì 09:00-12:00
Giovedì 09:00-12:00
Venerdì 09:00-12:00
Sabato
Domenica
 

Questura Verona Posto di Polizia Ospedale B.go Roma
Piazzale L.A. Scuro, 10
37134 (VERONA - VR)
Telefono: 0458124330
Fax: 0458207350

Lunedì 09:00-12:30
Martedì 09:00-12:30
Mercoledì 09:00-12:30
Giovedì 09:00-12:30
Venerdì 09:00-12:30
Sabato
Domenica
 

Questura Verona Posto di Polizia Ospedale B.go Trento
P.le A. Stefani,1
37125 (VERONA - VR)
Telefono: 045.8122180
Fax: 045.8122072

Lunedì 9:00-12:30
Martedì 9:00-12:30
Mercoledì 9:00-12:30
Giovedì 9:00-12:30
Venerdì 9:00-12:30
Sabato
Domenica