Questura di Vicenza

  • Viale Mazzini n.213 - 36100 VICENZA ( Dove siamo)
  • telefono: 0444337511
  • email:

    Informazioni Permessi di soggiorno: immigrazione.vi@poliziadistato.it

    Informazioni Passaporti: dipps193.00n0@pecps.poliziadistato.it

  • facebook

Questura d Vicenza- la Polizia di Stato anche nelle scuole d'infanzia

CONDIVIDI
Copertina

La Polizia di Stato nelle scuole per parlare di bullismo e violenza di genere

“Scuola dell’Infanzia A.Fiorasi”

 

 

Nella giornata di ieri, la Questura di Vicenza, con l’apporto della Divisione Polizia Anticrimine, della Polizia Stradale e dell’Unità Cinofila della Questura di Padova, su impulso del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, nell’ottica di contribuire ad eliminare qualunque forma di violenza di genere, ha avviato un ciclo di incontri formativi, anche con i bambini delle scuole dell’infanzia, al fine di favorire una campagna di prevenzione che li educhi, sin dalla tenera età, ad un linguaggio non violento, nell’ottica di prepararli al passaggio alla Scuola Primaria.

L’iniziativa si prefigge di sensibilizzare i più giovani, con l’intento di orientarli nella realizzazione di relazioni sane in futuro, per un approccio con il prossimo improntato al rispetto, al fine della prevenzione di episodi di bullismo e del linguaggio violento, nonché di atti di discriminazione di genere.

La presenza delle Forze dell’Ordine nelle scuole è importante anche per creare un approccio empatico, favorendo un contatto positivo con i bambini con lo scopo di sensibilizzare, informare e formare e creando in loro un punto di riferimento, qualora in futuro dovessero trovarsi, anche inconsapevolmente, a dover gestire questo tipo di fenomeni che, purtroppo, sembrano essere sempre più diffusi.

            La Polizia di Stato si affianca alla funzione educativa della scuola, entrando nelle dinamiche e cercando di indirizzarle con interventi di prevenzione e con percorsi diretti al contrasto.

Da qui la necessità che docenti, educatori e bambini abbiano un adeguato supporto per poter far fronte a tutte le criticità a cui la società odierna li sottopone.

La sensibilizzazione, l'impegno ed il coordinamento sono fattori fondamentali per il contrasto del rischio.

Intervenire precocemente per evitare che il minore di oggi possa divenire l’uomo maltrattante di domani e per arginare il dilagare dei reati minorili.

All’evento hanno partecipato circa 100 bambini della scuola dell’infanzia “A.Fiorasi”, oltre a tutto il corpo docente.


05/04/2024

15/07/2024 12:48:16