Questura di Vicenza

  • Viale Mazzini n.213 - 36100 VICENZA ( Dove siamo)
  • telefono: 0444337511
  • email:

    Informazioni Permessi di soggiorno: immigrazione.vi@poliziadistato.it

    Informazioni Passaporti: uffpassaporti.quest.vi@pecps.poliziadistato.it

  • facebook

Si scaglia contro gli Agenti di Polizia durante un controllo Polizia arresta pregiudicato per violenza a Pubblico Ufficiale

CONDIVIDI
g

Durante la scorsa notte H. F. – un cittadino italiano di anni 25 di origine magrebina residente nel Comune di Valbrenta (VI) – è stato tratto in arresto dagli Agenti del Commissariato di P.S. di Bassano del Grappa per i reati di resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, nonché denunciato in stato di libertà per i reati di rifiuto di declinare le proprie generalità e violazione al Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Bassano del Grappa emesso nei suoi confronti dal Questore della Provincia di Vicenza, oltre che sanzionato amministrativamente per ubriachezza molesta.

Il giovane, con a proprio carico numerosi pregiudizi penali e/o di Polizia per reati contro il patrimonio, contro la persona, per detenzione abusiva di armi ed evasione, nonché, come si è detto, un Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Bassano del Grappa, e la Misura di Prevenzione antimafia dell’Avviso Orale emesso sempre dal Questore di Vicenza, è stato intercettato e fermato in Viale delle Fosse, intorno alle ore 1.20 circa, da una pattuglia della Squadra dalla “Volanti”.

L’uomo stava camminando con altri due soggetti quando veniva fermato dagli Agenti, i quali chiedevano loro di declinare le proprie generalità per un controllo; nonostante ciò nessuno dei tre individui dava risposta ai poliziotti, continuando imperterriti a camminare. Ad un certo punto uno dei tre iniziava ad inveire contro gli operanti, urlando immotivatamente ed in maniera sconnessa, nonostante la tarda ora, e profferendo frasi gravemente offensive verso la Polizia.

Durante la predetta concitata fase i 3 individui si davano a precipitosa fuga in direzione di Viale Venezia. Gli Agenti della Volante, dopo essere risaliti a bordo del veicolo di servizio, li raggiungevano mentre stavano scavalcando una recinzione di un’abitazione privata.

Una volta raggiunti dai Poliziotti, il soggetto che precedentemente aveva dato in escandescenze iniziava nuovamente ad inveire contro gli Agenti, urlando a squarciagola frasi gravemente minacciose; non soddisfatto, quindi, con uno scatto repentino si scagliava pericolosamente contro uno degli Agenti, tentando di colpirlo. L’Agente delle “Volanti” riusciva ad indietreggiare e, per porre termine all’azione violenta del soggetto, era costretto ad attingerlo con lo spray urticante in dotazione di servizio. Nonostante ciò, il soggetto non desisteva dai suoi propositi violenti, seguitando nei tentativi di colpire gli Agenti; a questo punto l’altro Agente della “Volante” si vedeva costretto ad immobilizzarlo con le manette in dotazione.

Successivamente, con non poche difficoltà, si provvedeva a far salire il fermato sull’autovettura di servizio; anche in questa occasione costui opponeva violenta resistenza, scalciando contro gli Agenti e tentando di divincolarsi.

Il soggetto veniva infine condotto presso gli Uffici del Commissariato di Pubblica Sicurezza, dove continuava a minacciare di morte gli Operanti, tanto che gli Agenti si vedevano costretti a custodirlo all’interno della Camera di Sicurezza.

            Un Agente di Polizia, colpito al braccio destro, era costretto a farsi medicare al Pronto Soccorso del locale Nosocomio, venendo poi dimesso con una prognosi di giorni 5 s.c.

Alla luce di quanto accaduto, gli Agenti di Polizia decidevano di procedere all’arresto di H. F. in flagranza di reato. Il Pubblico Ministero, in seguito, ne disponeva il trattenimento    presso le Camere di Sicurezza del Commissariato in attesa del Giudizio Direttissimo.

 

 

 

Si rappresenta che la misura è stata adottata di iniziativa da parte dell’Ufficio procedente e che per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna o forme analoghe”.

 


03/08/2022
(modificato il 04/08/2022)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/08/2022 22:18:58