Questura di Vicenza

  • Viale Mazzini n.213 - 36100 VICENZA ( Dove siamo)
  • telefono: 0444337511
  • email:

    Informazioni Permessi di soggiorno: immigrazione.vi@poliziadistato.it

    Informazioni Passaporti: uffpassaporti.quest.vi@pecps.poliziadistato.it

  • facebook

Violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale: in arresto cittadino italiano e un senegalese

CONDIVIDI
bassano

Nel pomeriggio di ieri, verso le ore 17.30 circa, personale dell’Ufficio Controllo del Territorio del Commissariato P.S. di Bassano del Grappa (VI) interveniva presso la Stazione ferroviaria a seguito della segnalazione di due persone moleste.

Giunti sul posto a seguito di una chiamata al 113, gli Agenti della Polizia di Stato notavano due giovani in evidente stato di alterazione alcolica che davano in escandescenze sul plateatico esterno del bar "Buffet" adiacente alla stazione.

  Alla richiesta di esibire di documenti, i due si rifiutavano, chiedendo spiegazioni sul motivo del controllo ed inveendo frasi ingiuriose nei confronti degli operatori di Polizia.

A causa dell’elevato stato di alterazione in cui si trovavano, iniziavano a litigare tra loro e ne nasceva una colluttazione.

Poichè che la situazione stava degenerando, gli Agenti intervenuti sul posto procedevano al loro accompagnamento presso il Commissariato di Viale Pecori Giraldi ma i due individui, dopo essersi rifiutati di salire sulla volante, opponevano una strenua resistenza nei confronti degli operatori,  che riuscivano a farli salire sull'auto di servizio con molta difficoltà.

Giunti presso gli Uffici di Polizia, sempre a causa del loro stato di agitazione, i due continuavano a dare in escandescenze perseverando con atteggiamenti ostili, minacciosi e offensivi nei confronti degli operanti. Medesimi venivano fotosegnalati ed identificati per un italiano di anni 21 ed un senegalese di anni 22, regolarmente soggiornante in Italia, entrambi residenti a Cittadella (PD).

In considerazione di quanto sopra descritto, i due soggetti venivano tratti in arresto per i reati di cui agli artt. 336 e 337 c.p. Ai due arrestati veniva, inoltre, contestata la violazione amministrativa ai sensi dell'art. 688 C. P.; al cittadino italiano veniva contestata anche la violazione all'art. 75 del D.P.R. 309/90.

Il Pubblico Ministero di turno Dott. PIPESCHI, disponeva di trattenere i di due arrestati presso le camere di sicurezza del Commissariato in attesa del Giudizio Direttissimo.

Nella mattinata odierna, presso il Tribunale di Vicenza si è svolta l’udienza di convalida di fronte al Giudice Dott.ssa Chiara CUZZI. Gli arresti sono stati convalidati ed i due soggetti sono stati rimessi in libertà. L’udienza è stata rinviata a Giugno.

* “Si rappresenta che la misura è stata adottata di iniziativa da parte dell’Ufficio procedente e che per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna o forme analoghe”.


01/04/2022

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

11/08/2022 03:48:30