Questura di Verona

  • Lungadige Antonio Galtarossa, 11 - 37133 VERONA ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino: 0458090411
  • email: Consulta elenco PEC nel link Orari e Uffici
  • facebook

POLIZIOTTO LIBERO DAL SERVIZIO SALVA ASPIRANTE SUICIDA

CONDIVIDI

Ispettore della Squadra Mobile nota un uomo nelle acque del canale Biffis a Bussolengo e interviene riuscendo a farlo desistere

Alle ore 20.00 circa di martedì un Ispettore della Squadra Mobile, libero dal servizio, transitando nel parcheggio adiacente la pista ciclabile confinante con la Centrale Idroelettrica sita sul Canale Biffis a Bussolengo, ha sentito la voce di un uomo che gridava: "non ce la faccio più, ho deciso di uccidermi, non puoi fare niente per farmi cambiare idea".
L'Ispettore si è accorto che sull'argine opposto, all'interno della recinzione che delimita l'area della Centrale, era presente un uomo, calato sino alla cintura nel canale Biffis, che stava parlando al cellulare ripetendo al suo interlocutore le proprie intenzioni suicide, che apparivano autentiche in quanto in quel punto le acque del canale si interrano per raggiungere la turbina sottostante e quindi, una volta caduti, non si ha modo alcuno di riguadagnare gli argini.
L'ispettore, ritenendo inopportuno tentare un contatto a distanza, che avrebbe potuto far precipitare la situazione inducendo l'uomo a gettarsi prima che potesse bloccarlo, ha chiamato immediatamente il 113 per l'intervento di una pattuglia e poi ha raggiunto l'argine opposto in modo da cogliere l'uomo alle spalle senza farsi notare, per evitare che questi, vedendolo, si lasciasse andare nel canale; giunto a circa un metro dal soggetto, che nel frattempo stava terminando la sua conversazione telefonica asserendo che si sarebbe buttato in acqua, lo ha bloccato mentre questi tentava di divincolarsi urlando di lasciarlo stare perché che voleva morire.
Dopo pochi minuti è giunta sul posto una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Peschiera del Garda (VR), inviata dalla sala operativa della Questura, che aiutava il poliziotto a mettere in sicurezza l'uomo, trascinandolo sull'argine.
Solo dopo vari minuti l'uomo, un veronese di 53 anni, ha ripreso il controllo di sé, scusandosi con i Militari e ringraziando il poliziotto per avergli impedito di compiere un gesto irreparabile.
L'uomo è stato poi trasportato in ambulanza presso l'ospedale di Bussolengo per le cure del caso.


19/07/2012

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/05/2024 01:05:08