Questura di Verona

  • Lungadige Antonio Galtarossa, 11 - 37133 VERONA ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino: 0458090411
  • email: Consulta elenco PEC nel link Orari e Uffici
  • facebook

Truffe agli anziani: in carcere due donne ed un uomo

CONDIVIDI
1

Arrestata dalle Volanti una banda che imperversava da mesi nel veronese

Una banda specializzata in truffe agli anziani, costituita da due donne ed un uomo, è stata arrestata dalla Polizia di Stato di Verona colta in flagranza mentre stava compiendo l'ennesimo odioso reato nei confronti di un'anziana veronese di 85 anni.

Si tratta di tre nomadi, già noti alle Forze dell'Ordine per i numerosi precedenti a carico soprattutto in materia di reati contro il patrimonio, CATTER Bruna, FIORANI Milva e BUETI Tomas, residenti nei Comuni di Legnago e Cerea ed aventi rispettivamente 27, 48 e 32 anni di età.

Gli agenti delle Volanti della Questura di Verona sono riusciti ad intervenire in Via del Pestrino, appena in tempo, prima che il trio potesse portare a termine l'ingegnosa truffa.

Truffa, consistita nel presentarsi presso l'abitazione dell'anziana donna qualificandosi come volontari per la pulizia del giardino dagli oggetti superflui e successivamente nell'accedere all'interno dell'abitazione per ripulirlo in pochi istanti dai suoi valori, distraendo la donna con la scusa di farle cambiare una banconota da venti Euro.

Gli agenti di polizia sono riusciti ad intervenire tempestivamente presso l'abitazione della ottantacinquenne grazie alla segnalazione effettuata al "113" poco prima da un portalettere, il quale aveva notato la presenza della banda nei pressi di un'altra abitazione presente nelle vicinanze, in atteggiamento sospetto.

La immediate ricerche effettuate in zona dalle Volanti, ha consentito così di rintracciare in tempi brevi i tre individui e ad interrompere il tentativo di truffa in atto.

A seguito del fermo operato delle tre persone, la FIORANI è risultata al controllo di Polizia essere sottoposta anche alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di dimora presso il Comune di Cerea, ed inoltre veniva notata dai poliziotti mentre tentava invano di nascondere a terra dei gioielli in oro, risultati poi di proprietà della donna.

Dal controllo successivo effettuato all'interno dell'appartamento, veniva riscontrato dall'anziana l'ammanco dei gioielli riposti nei cassetti del mobile della camera da letto, in quanto la stanza si presentava visibilmente rovistata.

A seguito di quanto riscontrato, gli agenti delle Volanti hanno proceduto quindi all'arresto della banda per tentato furto aggravato e per due di loro si sono aperte così le porte del carcere Montorio di Verona.

Gli uomini della Questura di Verona, considerato l'excursus criminale dei tre, sono convinti di aver così tolto dalla circolazione una banda specializzata che imperversa da tempo nel veronese.

Sono infatti al loro vaglio l'attribuzione di altri episodi analoghi di truffe agli anziani, registrati negli ultimi mesi e consumati sempre in abitazione.


14/01/2010

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/05/2024 08:05:33