Questura di Verona

  • Lungadige Antonio Galtarossa, 11 - 37133 VERONA ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino: 0458090411
  • email: Consulta elenco PEC nel link Orari e Uffici
  • facebook

Gli Allievi Agenti della Scuola di Peschiera del Garda onorano la memoria di Giuseppe Ciotta

CONDIVIDI
Gli Allievi Agenti della Scuola di Peschiera del Garda onorano la memoria di Giuseppe Ciotta

 

Nella mattinata odierna, presso la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Peschiera del Garda, è stato ricordato il Brigadiere dell'allora Corpo delle Guardie di P.S. Giuseppe Ciotta, assassinato, a soli 29 anni, il 12 marzo 1977, a Torino, dalla brigate rosse.

La cerimonia è stata ideata e organizzata dalla Sezione ANPS di Peschiera del Garda, visto che il Brigadiere Ciotta frequentò il Corso presso la Scuola arilicense, prima di ricoprire diversi e delicati incarichi, sino ad arrivare alla Digos di Torino, all'epoca Ufficio Politico, settore nel quale partecipò a importanti indagini, che lo fecero diventare uno dei tanti obbiettivi da eliminare dei terroristi.

Alla toccante cerimonia erano presenti la signora Michelina, vedova del Brigadiere, e la figlia Nunzia, che all'epoca dell'assassinio aveva solo 2 anni e che ha avuto modo di conoscere il padre solo attraverso foto e ricordi; hanno partecipato, inoltre, alcuni colleghi del corso del nostro caduto, provenienti da diverse parti d'Italia, i soci della sezione ANPS di Peschiera del Garda e Mantova.

C'è stata, prima, la deposizione di una corona al monumento ai caduti della Polizia, situato nel parco Catullo, proprio davanti la Scuola, al termine della quale il cappellano della Polizia di Stato della Provincia di Verona, Don Luigi Trapelli  e, subito dopo, un toccante incontro con i giovani  Allievi Agenti del 216 Corso; nell'aula magna "Fratelli Turazza" la figlia del Brigadiere ha portato il suo messaggio di saluto e ringraziamento e il Commissario in pensione Scarmigliati ha ricordato la figura del collega e amico scomparso.

Nell'occasione, il Direttore Trevisi ha avuto modo di spiegare ai suoi allievi la differenza tra la memoria e il ricordo: "La memoria è un'attività della mente, il ricordo, che non a caso nasce dal portare al cuore latino, nasce dal cuore; in questa sala oggi ci sono tante persone che ricordano, più di tutte la signora Michelina, che a distanza di tanti anni si commuove ancora, nel parlare di suo marito, e tante persone che devono fare memoria, tra le quali soprattutto voi: Chi non ha avuto la fortuna e l'onore di conoscere Giuseppe Ciotta e i tanti altri caduti in servizio non può ricordare, ma deve necessariamente continuare a fare memoria, perché solo questo permette di non dimenticare mai coloro che hanno perso la vita per lo Stato".


11/03/2022

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/05/2024 21:44:06