Questura di Vercelli

  • Via San Cristoforo n.11 - 13100 VERCELLI ( Dove siamo)
  • telefono: 0161225411
  • fax: 0161225580
  • email: gab.quest.vc@pecps.poliziadistato.it

Incontri con gli anziani

CONDIVIDI

Truffe: 10 consigli per evitare di essere imbrogliati

Il fenomeno delle truffe e dei raggiri a danno delle persone anziane e sole è purtroppo sempre più diffuso, anche nella nostra provincia.
Per questo motivo, la Questura di Vercelli ha avviato una serie di incontri tenuti dal Commissario Capo dr. Andrea Crucianelli presso i centri di ritrovo di pensionati ed anziani della città, al fine di aiutare le persone più a rischio a non cadere vittima di questi episodi.
Lo scopo di tali riunioni è di insegnare loro, attraverso dei semplici consigli, a difendersi dai malintenzionati con l'ausilio di filmati e la spiegazione di episodi di truffe realmente accaduti nel nostro territorio.
Il funzionario intervenuto, illustrando il modus operandi tipico dei truffatori, ha evidenziato l'approccio con la potenziale vittima, le tecniche per distrarla, in modo da fornire agli anziani degli elementi utili per poter facilmente riconoscere il potenziale truffatore, evitando quindi di cadere nella trappola.

Durante gli incontri, dal titolo "TRUFFE, 10 CONSIGLI PER EVITARE DI ESSERE IMBROGLIATI", sono state fatte le seguenti raccomandazioni:

1. Non aprire la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un'uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.

2. Verificare sempre con una telefonata da quale servizio è stato mandato l'operaio che bussa alla vostra porta e per quali motivi. Se non si ricevono rassicurazioni non si deve aprire per nessuna ragione.

3. Nessun Ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false date erroneamente.

4. Non fermarsi mai per strada per dare ascolto a chi chiede di poter controllare i vostri soldi anche se è una persona distinta e dai modi affabili.

5. Quando si fanno operazioni in banca o in ufficio postale possibilmente bisogna farsi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze periodiche.

6. Se all'interno della banca o dell'ufficio postale si ha il dubbio di essere osservati, bisogna parlarne con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza.

7. Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall'ufficio postale, con i soldi in tasca, non bisogna fermarsi con sconosciuti e non farsi distrarre.

8. Ricordarsi che in banca o nell'ufficio postale nessun cassiere vi insegue per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro che ha consegnato.

9. Quando si utilizza il bancomat usare prudenza. Non bisogna prelevare se ci si sente osservati.

10. Da tempo le associazioni benefiche non fanno raccolta di soldi porta a porta. Non bisogna dare soldi in contanti a sconosciuti.


E' stato spiegato, infine, che non bisogna mai vergognarsi di denunciare la truffa subita e che è di fondamentale importanza ricorrere prontamente al numero di emergenza 113 in caso di necessità o anche di minimo dubbio cercando di fornire più dettagli possibili all'operatore di polizia.

Vercelli , 24.03.2010


25/03/2010

Gallerie

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/09/2020 18:15:06