Questura di Udine

  • Viale Venezia 31 - 33100 UDINE ( Dove siamo)
  • telefono: 0432413111
  • fax: 0432413777
  • email: urp.quest.ud@pecps.poliziadistato.it

CONTROLLI COVID - CHIUSA L’AUTOSTRADA A4, LA POLIZIA STRADALE CONTROLLA TUTTI GLI UTENTI IN TRANSITO

CONDIVIDI
gonars

Ieri pomeriggio la Polizia Stradale ha attuato un altro posto di blocco lungo l’Autostrada A4 Torino – Trieste per effettuare i controlli sulla legittimità degli spostamenti dell’utenza.

Il posto di blocco ha comportato la chiusura dell’Autostrada A4 in direzione Trieste per tutto il pomeriggio di giovedì scorso con uscita obbligatoria all’interno dell’Area di Servizio Gonars Sud dove sono stati sottoposti a controllo tutti i veicoli leggeri e parte del traffico pesante in transito.

9 auto e l’Ufficio mobile della Polizia Stradale impegnata con oltre 20 uomini della Sezione di Udine e delle Sottosezioni di Palmanova ed Amaro ad attendere i veicoli in transito per sottoporli ai controlli finalizzati a garantire il rispetto delle misure varate da Governo e Regione FVG per il contenimento della diffusione del virus COVID-19.

Oltre 500 i veicoli controllati complessivamente corrispondenti a tutto il traffico di veicoli leggeri nella tratta autostradale interessata a fronte dei quali sono state contestate solo 21 sanzioni per mancato rispetto delle prescrizioni di Governo e Regione.

Le motivazioni addotte nelle autocertificazioni sono state quasi tutte riscontrate o dai documenti che gli stessi automobilisti avevano al seguito o tramite verifiche telefoniche che le sale operative hanno effettuato quasi congiuntamente al controllo o nei momenti immediatamente successivi anche se per effetto dei controlli che verranno fatti successivamente sulle centinaia di autodichiarazioni ritirate potrebbero emergere altre contestazioni.

La risposta friulana e udinese alle verifiche è stata nuovamente molto positiva visto che i veicoli sottoposti a controllo sono risultati tutti in regola con le prescrizioni mentre le 21 contestazioni effettuate hanno riguardato tutti utenti stranieri prevalentemente dell’est Europa. Ancora una volta emerge che la popolazione ha recepito l’importanza della normativa che dispone l’obbligo di rimanere in casa o di spostarsi solo per i motivi di necessità rispettando tutte le prescrizioni imposte per il contenimento dell’epidemia.

L’utenza ha reagito con pazienza ai tempi di attesa, che hanno oscillato tra i 20 ed i 40 minuti per lo più e dunque con un impatto poco significativo, che hanno preceduto i controlli documentali e di polizia, dimostrandosi collaborativi e solidali con il lavoro svolto dalle pattuglie tutte della polizia stradale.

A conferma tantissime le attestazioni di stima e riconoscenza per il lavoro svolto tra cui quella del noto ex calciatore interista ed attuale allenatore della Stella Rossa di Belgrado Dejan Stankovic che, fermato in transito per il rientro in Croazia, al termine delle procedure ha chiesto di poter parlare con il Responsabile del dispositivo di controllo per ringraziare gli operatori della Polizia Stradale presenti per la cortesia e la professionalità estendendo poi il ringraziamento a tutti gli operatori delle Forze dell’Ordine per lo sforzo di questo particolare momento storico che mette a repentaglio anche la loro salute.

Particolare attenzione è stata dedicata a chi durante il controllo ha manifestato esigenze di carattere personale che suggerissero di “anticipare” il controllo saltando la coda cosa accaduta sia a giovani madri con in macchina i neonati che non gradivano molto la macchina ferma sotto il sole, sia qualche utente che per altri motivi non si era sentito bene durante l’attesa. In tutti questi casi le persone sono state ristorate con acqua fresca ed agevolate nei controlli così come è successo a tutto il personale sanitario che si dirigeva presso i luoghi di lavoro.

Tra i sanzionati invece, si segnalano tre sorelle ultrasessantenni di nazionalità ucraina, che dichiaravano di transitare per raggiungere Trieste da dove partiva un autobus per fare rientro al Paese d’origine dove tutte e tre dovevano assolutamente andare ad assistere un nonno

Sempre tra i sanzionati due giovani ragazze rumene, accompagnate da un uomo di media età, alla guida di un veicolo proveniente da Milano, ove i tre hanno sostenuto di dimorare da molto tempo senza aver fornito indicazioni su dove e perché e che erano in fase di rientro in Romania sempre senza alcuna ragione rappresentata.

Sulle tratte autostradali, i controlli sul rispetto delle limitazioni della mobilità nei prossimi giorni saranno potenziati soprattutto nei pressi delle principali caselli che adducono alle zone balneari e delle località montane friulane.

 

gonars


24/04/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

03/12/2020 21:55:54