Questura di Torino

  • Corso Vinzaglio n.10 - 10121 TORINO ( Dove siamo)
  • telefono: 01155881
  • email: Ufficio di Gabinetto: dipps184.00F0@pecps.poliziadistato.it

Torino: intitolazione aiuola a Giovanni Palatucci nell'anniversario della morte

CONDIVIDI
Intitolazione aiuola alla memoria di Giovanni Palatucci

All’interno dell’area verde è stato piantumato un albero di ulivo e deposta una targa a lui dedicata

Al fine di onorarne la memoria in occasione dell’anniversario della morte, questa mattina, all’interno del cortile d’onore della Questura di Torino, ove è anche posizionato il cippo dei caduti nella lotta contro la criminalità e il terrorismo della Polizia di Stato, il Questore Vincenzo CIARAMBINO, unitamente al Signor Prefetto della provincia di Torino, Raffaele RUBERTO, ha inaugurato un’aiuola dedicata a Giovanni Palatucci, già Questore di Fiume.

Nell’occasione, all’interno dell’area verde  è stato piantumato un albero di ulivo e deposta una targa a lui dedicata.

L’iniziativa in parola, preceduta dalla benedizione  da parte del Cappellano della Polizia di Stato Don Cristiano MASSA, ha visto la partecipazione dei Dirigenti e funzionari della Polizia di Stato della Questura di Torino, del Presidente del Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e delle Libertà, Prof. Roberto MASTROIANNI, della Direttrice di ISTORETO, Istituto Piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea, Dr.ssa Barbara BERRUTI, del Presidente dell’ANPI Provinciale di Torino Dr. Nino Boeti, dell’ANED sezione Torino, prof. Lucio Monaco, e di una rappresentanza di studenti del Convitto Nazionale Umberto I.

Al termine della commemorazione, gli studenti hanno assistito ad una ricostruzione storica della figura di Giovanni Palatucci illustrata dal Professor Roberto Mastroianni, dal Dr. Boeti, dalla dr.ssa Berruti e dal prof. Monaco all’interno della Sala “Aldo Faraoni”. E’ poi seguito un approfondimento sulla tematica relativa ai crimini d’odio tenuto dal Primo Dirigente della Polizia di Stato, Dr.ssa Barbara DE TOMA, Dirigente della Divisione Polizia Anticrimine.

Nato a Montella, in provincia di Avellino nel 1909, il funzionario di Pubblica Sicurezza Giovanni Palatucci nel 1937 venne assegnato a Fiume dove assunse dapprima il ruolo di dirigente dell’allora Ufficio Stranieri e poi dal 1943 quello superiore di questore reggente. Nel 1944, dopo aver aiutato numerose persone a sottrarsi al destino riservato loro dalle leggi razziali dell’epoca, Giovanni Palatucci venne arrestato dalla Gestapo e deportato nel campo di sterminio di Dachau, dove muore 78 anni fa, il 10 febbraio del 1945.

E’ stato insignito della Medaglia d’Oro al Merito Civile con la seguente motivazione “Funzionario di Polizia reggente la Questura di Fiume si prodigava in aiuto di migliaia di ebrei e di cittadini perseguitati riuscendo ad impedirne l’arresto e la deportazione. Fedele all’impegno assunto e pur consapevole dei gravissimi rischi personali continuava malgrado l’occupazione tedesca e le incalzanti incursioni dei partigiani slavi la propria opera di dirigente di patriota e di cristiano fino all’arresto da parte della Gestapo e alla sua deportazione in un campo di sterminio dove sacrificava la giovane vita”. E' stato riconosciuto nel 1990, dallo Yad Vashem di Gerusalemme, “Giusto tra le Nazioni” per aver, attraverso la sua attività, salvato dal genocidio molti ebrei, stranieri e italiani.


08/02/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/04/2024 05:44:47