Questura di Torino

  • Corso Vinzaglio n.10 - 10121 TORINO ( Dove siamo)
  • telefono: 01155881
  • email: Ufficio di Gabinetto: dipps184.00F0@pecps.poliziadistato.it

Attenti al virus!

CONDIVIDI
1

La Polizia Postale consiglia

Negli ultimi mesi, numerosissimi cittadini si sono rivolti alla Polizia Postale di Torino per denunciare o segnalare il fenomeno dell'improvviso blocco del computer con conseguente apertura di una finestra pop-up riportante l'avviso a nome di un organo di Polizia (Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizia Postale etc..). che fa riferimento ad un presunto illecito utilizzo del pc e che sollecita l'ignaro utente al pagamento di una cifra, secondo procedure variabili, al fine di evitare di incorrere in una vera e propria denuncia penale. Si tratta di un malware ovvero un virus appartenente alla categoria "ransomware" che infetta il sistema operativo, propagandosi come qualsiasi altro computer worm, sfruttando vulnerabilità nei servizi di rete, oppure tramite mail con allegati, o durante la navigazione su siti malevoli, o a causa di attività non sicure all'interno di taluni social network. Quali sono i consigli della Polizia Postale di Torino? Ovviamente di non pagare nulla e di ignorare le indicazioni fornite nella schermata. Infatti i richiesti versamenti non solo sono una truffa il cui esborso viene dirottato su circuiti di pagamento esteri non tracciabili che impediscono il recupero del maltolto, ma il loro soddisfacimento non sortirà nessun effetto di "sblocco" del computer. Per ripristinarne l'operatività, si consiglia una delle seguenti operazioni, a seconda delle conoscenze informatiche della vittima: 1) rivolgersi a un tecnico di fiducia; 2) dotarsi di uno specifico kit di rimozione, reperibile in rete, in grado di sbloccare il pc e rimuovere il worm; 3) avviare il pc in modalità sicura (safe mode) e correggere le opportune chiavi nel registro di windows , quindi riavviare il PC e lanciare un antivirus specifico; 4) come extrema ratio, se il PC non contiene file importanti, si può anche decidere di formattarlo e reinstallare il sistema operativo.

Chi dovesse incappare in questa situazione può trovare ogni utile informazione sul sito

http://www.commissariatodips.it/contents/ufficiointernet/hacking/News/Ransomware.pdf

o sul sito della Questura di Torino.


01/08/2012
(modificato il 02/08/2012)

Documenti

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

 Operazione "Aurum"

Controlla gli oggetti rinvenuti dalla Questura di Bologna.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/02/2024 08:40:36