Questura di Siena

  • Via del Castoro n.6 - 53100 SIENA ( Dove siamo)
  • telefono: 0577201111
  • email: dipps175.00f0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

“Questo non è amore”. Un convegno sulla violenza di genere organizzato dalla Polizia di Stato presso l’Università di Siena.

CONDIVIDI
questo 1

Gli studenti del liceo scientifico Galilei e del liceo delle scienze applicate Sarrocchi protagonisti insieme agli esperti del settore.

 

È stato un momento importante di confronto e di riflessione tra gli esperti del settore e gli studenti del Liceo scientifico Galilei e del Liceo delle Scienze Applicate Sarrocchi di Siena quello organizzato questa mattina dalla Polizia di Stato al Rettorato dell’Università.

Al convegno, hanno partecipato portando i propri saluti, il Rettore Di Pietra, il Prefetto Pirrera, il Sindaco Fabio e tutte le autorità religiose, civili e militari della città del Palio.

Tra i relatori, oltre a un magistrato facente parte del pool in materia di codice rosso e a rappresentanti del dipartimento UOC sul codice rosa e delle associazioni a tutela delle donne, sono intervenuti il Vice Capo della Polizia con funzioni vicarie Prefetto Vittorio Rizzi e il Questore Pietro Milone.

Gli interventi, moderati da Matteo Borsi direttore di Radiosienatv, si sono susseguiti ai video realizzati dagli studenti delle seconde D ed I del Galilei e delle quarte A ed E del Sarrocchi.

Il questore, dopo aver illustrato tutti gli strumenti che la Polizia di Stato mette a disposizione delle vittime di violenza di genere, sia in termini di prevenzione che di contrasto, ha tenuto a sottolineare loro l’importanza del chiedere aiuto agli insegnati, agli amici e anche ai genitori, in tutte quelle situazioni che possano far venire anche il minimo dubbio che ci si possa trovare in casi di possibile violenza, per consentire d’intervenire in tempo evitando così le tragedie.

Il vice capo della Polizia, ha illustrato alcune caratteristiche del fenomeno della violenza di genere, fornendo anche dei dati che evidenziano in gran parte le donne come vittime e come autori quasi sempre maschi, anche minorenni.

Il fenomeno si contrasta – ha evidenziato- con una rivoluzione culturale che è quella del rispetto del genere.

Il Prefetto Rizzi ha poi concluso ringraziando gli studenti per i video che hanno realizzato che dimostrano come loro, che sono il futuro, possano costruire l’onda verso la cultura del rispetto di genere.

 

Siena, 22 novembre 2023


23/11/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/04/2024 17:14:56