Questura di Savona

  • Via dei Partigiani, 2 - 17100 SAVONA ( Dove siamo)
  • telefono: 01985501
  • fax: 0198550777
  • email: urp.quest.sv@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Sottoscritto in Questura il protocollo ZEUS

CONDIVIDI
Protocollo ZEUS

Iniziativa a contrasto della violenza di genere

Questa mattina il Questore di Savona, Giannina Roatta, e la dott.ssa Elisabetta Corbucci,  Presidente del CIPM  Liguria APS - “Centro Italiano per la Promozione della Mediazione Liguria”  – Sezione di Ponente con sede a Bastia d’Albenga –, centro specializzato che si occupa anche del recupero dei soggetti maltrattanti, hanno sottoscritto il protocollo denominato “ZEUS” promosso dal Ministero dell’Interno - Direzione Centrale Anticrimine -, volto a diffondere sul territorio della provincia le buone prassi finalizzate ad implementare la capacità di contenimento e gestione delle violenze relazionali e dei rischi di vittimizzazione e promuovere lo sviluppo e l’attivazione di azioni di recupero e di accompagnamento dei soggetti responsabili di atti di violenza nelle relazioni affettive, al fine di favorirne il recupero e di limitare i casi di recidiva.

 

L’attenzione rivolta al contrasto di tale complesso fenomeno criminale e alla tutela delle vittime ha portato ad una riflessione generale sulla necessità di “prendersi carico anche di chi agisce con violenza” integrando le disposizioni legislative con norme tese al suo recupero. Difatti l’art.3 comma 5 bis della Legge 15 ottobre 2013 n. 119 stabilisce che “quando il Questore procede all’ammonimento (…), informa senza indugio l’autore del fatto circa i servizi disponibili sul territorio inclusi i consultori familiari, i servizi di salute mentale e i servizi per le dipendenze (…), finalizzati ad intervenire nei confronti degli autori di violenza domestica o di genere”. Si tratta di un intervento orientato alla cosiddetta “ingiunzione trattamentale”.

 

In questa fase si inserisce il protocollo Zeus – nome che evoca il primo caso di maltrattamento nella mitologia greca – che costituisce un modello d’azione innovativo ed efficace, che amplia l’efficacia dello strumento di natura amministrativa dell’Ammonimento del Questore previsto dalla legge per le condotte riconducibili alla violenza domestica ed agli atti persecutori.

 

Con il protocollo Zeus,  stilato nell’ambito del Progetto europeo ENABLE (Early Network – based Action against abusive Behaviours to Leverage victim Empowerment), si garantisce una risposta immediata e integrata ai fenomeni di violenza offrendo all’ammonito un percorso trattamentale a cura di una equipe di professionisti, specializzati nel trattare le persone con problemi relazionali, che opera nell’ambito del C.I.P.M. Liguria APS. L’intento è proprio quello di intervenire all'inizio della spirale della violenza per prevenire la degenerazione dei primi atti, affinché colui che li ha commessi possa "fermarsi prima”.

 

Inizia quindi per l’ammonito un percorso che punta a un cambiamento profondo con l’obiettivo finale di incidere su condotte recidive. Infatti il soggetto maltrattante accede gratuitamente ad un ciclo di colloqui, nell’ambito del quale lo stesso ha la possibilità di riflettere e ricostruire, sul piano emotivo e cognitivo, le vicende che lo hanno condotto a porre in essere i comportamenti violenti, e quindi favorire la consapevolezza del disvalore sociale e della lesività degli atteggiamenti prevaricatori.


18/11/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/01/2022 22:41:33