Questura di Salerno

  • Piazza Giovanni Amendola, 16 - 84121 SALERNO ( Dove siamo)
  • telefono: 089613111
  • email: Consulta elenco PEC in Orari e Uffici della Questura

Hanno simulato una rissa, in realtà avevano litigato tra loro: denunciati

Intervento della Polizia

Due giovani di Cava de' Tirreni (SA) sono stati denunciati per simulazione di reato dalla Polizia. Denunciato anche uno spacciatore incensurato.

Gli Agenti della Squadra Mobile di Salerno e del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni, a conclusione di un'articolata ed efficace attività d'indagine, hanno deferito alla Procura della Repubblica di Salerno due giovani cavesi, G. S. di anni 32 e C. S. di anni 35, ritenuti responsabili del reato di simulazione di reato e lesioni personali. Nello specifico, si segnala che, nelle prime della mattina, gli Agenti della Polizia sono intervenuti presso il pronto soccorso dell'Ospedale di Cava, ove i predetti giovani erano stati curati e refertati per ferite al volto e al cuoio capelluto, provocate da arma bianca e corpo contudente. Nella circostanza i due dichiaravano agli inquirenti di essere stati aggrediti nella nottata in Salerno, da un gruppo di giovani per motivi campanilistici, essendo stati additati come "cavesi" all'interno di un bar sito sul Lungomare Trieste. Gli immediati approfondimenti investigativi, avviati dagli uffici operanti, alla luce della versione dei fatti fornita dai giovani, non permettevano di accertare alcun riscontro oggettivo, tanto da non raccogliere alcun elemento utile nel corso dei sopralluoghi effettuati sui luoghi indicati come teatro dell'aggressione. Attese le risultanze delle indagini e considerate alcune contraddizioni emerse nella ricostruzione dei fatti, fornita dai due giovani, gli investigatori riuscivano a far luce sulla vicenda che aveva in realtà visto i predetti giovani litigare furiosamente tra loro per futili motivi. In merito, emergeva che gli stessi, dopo aver cenato in un ristorante di Cava, avevano iniziato a litigare verbalmente a bordo dell'autovettura di C. S. per futili motivi legati ai rispettivi ambiti familiari. Giunti nel centro di Cava, alla via Biblioteca Avallone, scesi dall'auto, la lite verbale tra i due degenerava in una violenta e reciproca aggressione fisica, nel corso della quale si colpivano a vicenda anche con una sbarra metallica. Gli accertamenti, all'uopo effettuati, permettevano di riscontrare in via Biblioteca Avallone la presenza di numerose tracce ematiche sul selciato, mentre all'interno dell'autovettura C. S. veniva rinvenuta e sequestrata una sbarra metallica che presentava macchie di sangue lungo la sua superficie. ^^^^^ Nel corso dei servizi di controllo del territorio e di prevenzione generale, intensificati per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti a Salerno, personale della Squadra Mobile di Salerno ha denunciato un giovane salernitano, C. R. di anni 30, incensurato, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nello specifico, una pattuglia della Sezione Narcotici, effettuava una perquisizione domiciliare presso l'abitazione del predetto giovane, nel quartiere Pastena di Salerno, rinvenendo e sequestrando gr. 7, 23 di cocaina e gr. 6,74 di hashish, nonché un bilancino elettronico e un coltello per tagliare e confezionare lo stupefacente. Il giovane è stato, pertanto, deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno.


06/09/2010
(modificato il 07/09/2010)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/11/2019 05:42:05