Questura di Salerno

  • Piazza Giovanni Amendola, 16 - 84121 SALERNO ( Dove siamo)
  • telefono: 089613111
  • email: Consulta elenco PEC in Orari e Uffici della Questura

Incidenti Cavese - Foggia: tre tifosi arrestati ed uno denunciato

Polizia impegnata in ordine pubblico

I tafferugli sono avvenuti ieri a Cava de' Tirreni in occasione dell'incontro di calcio di Prima Divisione presso lo Stadio Simonetta Lamberti

Tre tifosi della Cavese arrestati ed un tifoso del Cosenza denunciato, questo il bilancio dei tafferugli tra tifoserie verificatisi in occasione dell'incontro di calcio, valevole per il campionato di Prima Divisione, di ieri pomeriggio, allo Stadio Simonetta Lamberti di Cava de' Tirreni. Questi i fatti che hanno portato agli arresti. All'arrivo presso la stazione ferroviaria di Cava, di circa venti supporters del Cosenza, accompagnati dai Poliziotti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza e della Polizia Ferroviaria di Salerno, durante le fasi di instradamento lungo la via XXV Luglio, appena giunti all'altezza dell' ex opificio "Di Mauro", improvvisamente sbucavano da una stradina laterale un nutrito gruppo di tifosi della Cavese, di cui una parte travisati con sciarpe. Gli stessi iniziavano a correre verso il gruppo dei supporters cosentini, contro i quali lanciavano sassi, petardi, fumogeni, bastoni e aste di bandiere. Gli agenti operanti si frapponevano tempestivamente fra le due parti, arginando la corsa dei cavesi, utilizzando anche le autovetture di servizio. Nel corso di tale attività di contenimento, due veicoli di servizio venivano danneggiati e i Poliziotti bersagliati con lanci di oggetti e percosse. A causa dell'aggressione, due Agenti, colpiti in modo violento con delle aste, riportavano lesioni al corpo. Nel corso dei tafferugli, gli Agenti operanti hanno fermato tre giovani supporters poi identificati per: o C. D., nato a Cava de' Tirreni, di anni 23, ivi residente incensurato; o L. M., nato a Cava de' Tirreni, di anni 30 ivi residente, con precedenti, già denunciato per reati commessi in ambito di manifestazioni sportive, già sottoposto al provvedimento di DASPO nel 2007; o F. P., nato a Cava de' Tirreni, di anni 23 ed ivi residente, sottoposto a rilievi foto segnaletici a cura della Questura di Taranto per i fatti inerenti alla partita Taranto - Cavese del 2004. Venivano altresì sequestrati, a carico dei tre tifosi, anche oggetti atti ad offendere. A seguito di ciò, i tre tifosi cavesi venivano arrestati, in concorso tra loro e con altre persone da identificare per resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato di autovettura di servizio ed atti di violenza nei confronti di altri tifosi in occasione di manifestazioni sportive. Gli arrestati sono stati poi condotti presso il carcere di Salerno a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Ristabilito l'Ordine Pubblico su quella via, i venti tifosi ospiti decidevano di non assistere all'incontro di calcio ma di rientrare a Cosenza, utilizzando la tratta ferroviaria. Alla fine del primo tempo, inoltre, durante le fasi di accompagnamento di un altro gruppo di una ventina di tifosi cosentini che avevano deciso di abbandonare lo stadio, in quanto fatti oggetto di una forte contestazione verbale ad opera dei tifosi della Cavese presenti nel medesimo settore di Tribuna, veniva denunciato in Stato di Libertà per i reati di Violenza, Resistenza e Lesioni a P.U., M. D. R. nato a Cosenza di anni 29, ivi residente, con precedenti, già destinatario di un provvedimento DASPO terminato il 20.08.2010. Sono in corso indagini finalizzate all'individuazione ed all'identificazione di ulteriori tifosi della Cavese responsabili degli atti di violenza.
06/09/2010

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/11/2019 02:13:39