Questura di Rimini

  • Piazzale Bornaccini nr. 1 - 47923 RIMINI ( Dove siamo)
  • telefono: 0541436111
  • fax: 0541436777
  • email: dipps19b.00f0@pecps.poliziadistato.it

TENTANO RAPINA POLIZIA ARRESTA IN FLAGRANZA DI REATO 2 VIOLENTI NORDAFRICANI

CONDIVIDI
piazzale fellini

TENTANO RAPINA POLIZIA ARRESTA IN FLAGRANZA DI REATO 2 VIOLENTI NORDAFRICANI

Che nel frattempo erano stati bloccati da alcuni avventori. Teatro della rapine un noto locale su viale Regina Elena a Rimini. E' successo tutto intorno alle 2.30, quando sono entrati in azione tre violenti rapinatori magrebini. Secondo una prima ricostruzione, mentre uno dei tre rapinatori riusciva a immobilizzare il conducente di un veicolo in sosta, un altro complice riusciva a strappar la borsetta a una donna romena dopo averla percossa con pugni al viso. I due magrebini, però non avevano fatto i conti con le persone sul posto e soprattutto con i poliziotti delle Volanti già presenti sul territorio e non lontani dal luogo dell'evento. Rincorso dalla derubata e da alcuni avventori del locale, infatti, il primo uomo è stato raggiunto in una strada vicina e, dopo una violenta colluttazione, è stato bloccato da alcuni astanti e successivamente neutralizzato dai poliziotti intervenuti sul posto. Analogo epilogo è toccato anche al complice che aveva immobilizzato l'autista: questi infatti dopo aver picchiato i testimoni, aveva tentato la fuga, ma è stato immediatamente fermato e poi bloccato dai poliziotti. Il terzo uomo purtroppo profittando dei momenti di concitazione è riuscito a fuggire. I due magrebini bloccati sono così stati tratti in arresto e sono trasportati con le ambulanze del 118 presso il locale nosocomio per ricevere le cure del caso, avendo riportato lievi lesioni, giudicate guaribili in pochi giorni, a causa della colluttazione avutasi con i cittadini che si sono adoperati per assicurare alla giustizia gli autori del reato. Ripreso in consegna e trasportato presso gli Uffici della Questura per l'espletamento delle procedure, uno degli arrestati A.T., 32 anni, è stato sottoposto a un controllo di routine prima di essere collocato in cella di sicurezza (in attesa di essere associato presso la casa circondariale di Rimini). Ed è stato proprio in questo momento che il personale delle Volanti ha subito notato che l'A.T. occultava nel calzino un cutter di modeste dimensioni. L'uomo infatti ha subito provato ad afferrare l'arma per colpire i poliziotti e, per sottrarsi agli arresti, si è pure procurato lesioni lievi su parte del corpo. I poliziotti con la loro prontezza e professionalità, però, avvedutisi del pericolo, sono riusciti subito a disarmare l'uomo e a evitare che l'insano gesto autolesionista dell'arrestato potesse condurre a conseguenze ben più gravi. Gli arrestati devono rispondere di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, porto di oggetti atto a offendere.
04/02/2014

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

24/06/2024 01:51:30