Questura di Reggio Emilia

  • Via Dante Alighieri n. 10 - 42121 REGGIO EMILIA ( Dove siamo)
  • telefono: 0522458711
  • fax: 0522458777
  • email: gab.quest.re@pecps.poliziadistato.it

Operazione "Dabreva"

CONDIVIDI
Operazione DABREVA

Nella serata di martedì 14 settembre, gli operatori della Squadra Volante hanno proceduto al fermo per il reato di ricettazione in concorso a carico di 3 cittadini georgiani gravati da precedenti per reati contro il patrimonio.

Nel primo pomeriggio del 14 settembre scorso, un cittadino si presentava presso gli Uffici della Questura per denunciare il furto della propria bicicletta, che aveva lasciato parcheggiata in questa via Farini, occorso  tra la notte dell'11 e del 12 settembre .

Sulla base delle indicazioni fornite dal cittadino, in sede di denuncia, gli agenti si ponevano alla ricerca della bicicletta rintracciandola poco dopo al piano seminterrato di una palazzina, in zona Stazione, all'interno di una cantina. Giunti sul posto, gli agenti riconoscevano un noto pregiudicato per reati predatori di nazionalità georgiana (G. G. cl. '64) che stava armeggiando, con un mazzo di chiavi alterate, vicino alla bicicletta poco prima segnalata come oggetto di furto. All'interno della cantina, oltre al velocipede, gli operatori rintracciavano numerosi arnesi da scasso, vari prodotti di cosmetica di marca e svariati attrezzi da lavoro.

Gli agenti, con forte intuito, individuavano l'appartamento ed all'interno di una stanza rintracciavano altri due connazionali (B.V. cl. '78 e K. P. cl. '74), nonché altro materiale della stessa tipologia di quello rinvenuto all'interno della cantina, per un totale di 70 prodotti di cosmetica tra creme, profumi e trucchi, 10 smartphone, 60 tra arnesi da scasso ed attrezzi da lavoro, tra cui 10 coltelli, una borsa da donna marca MAX MARA, diversi capi di abbigliamento sportivo della marca Adidas, nonché 3 portafogli tra cui uno contenente documenti e carte di credito ed il passaporto di un notissimo pregiudicato per reati contro il patrimonio (G.T. cl. '83). Da successivi accertamenti, il materiale rinvenuto risultava oggetto di una serie di furti perpetrati ai danni di esercizi commerciali del centro storico e denunciati dai cittadini nelle ultime settimane (Store della Reggiana di Piazza Prampolini, Ristorante "Lou Lou" sito in via San Giuseppe n. 9/B, farmacia Foro Boario Sita in Largo Marco Guerra 2/G e punto vendita Max Mara di Parma).

Il giorno successivo, la Polizia Municipale di Reggio Emilia rintracciava il quarto uomo, un noto pregiudicato di nazionalità georgiana, G. T. cl. '83, il cui passaporto era stato rinvenuto all'interno della stanza condivisa con gli altri 3 georgiani già sottoposti a fermo.

La Squadra Mobile, sentite nuovamente le persone informate sui fatti, riusciva a ricollegare anche l'ultimo uomo all'appartamento di interesse ed a collocarlo nel medesimo contesto criminale. A seguito delle risultanze di indagine, su richiesta del Pubblico Ministero, il GIP convalidava i 3 fermi e disponeva la custodia cautelare in carcere per tutti e tre i georgiani, mentre il quarto connazionale risulta attualmente presso la locale casa circondariale in attesa dell'udienza di convalida.

Un brillante risultato raggiunto grazie al lavoro di squadra messo in campo dal Questore di Reggio Emilia  dott. Giuseppe Ferrari che sottolinea vivo compiacimento e plauso nei confronti degli operatori della Polizia dl Stato, che hanno individuato i presunti autori dl alcuni furti e rapine, verificatisi negli ultimi giorni ed a causa dei quali si era registrato allarme sociale in città. 

Il Questore sottolinea anche la virtuosa osmosi creatasi tra i cittadini, in questo caso particolare i commercianti, vittime dei reati predatori in argomento e la Polizia dl Stato, da cui e' stato tratto un prezioso flusso dl informazioni, risultato determinante al fini della buona riuscita delle investigazioni. Collaborazione sulla quale si auspica dl poter sempre contare, al fine dl consolidare il trend del numero dei reati commessi, al danni dl esercizi commerciali in citta', che negli ultimi tre anni sta registrando un continuo e sensibile calo.


18/09/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/10/2021 22:27:54