Questura di Ragusa

  • Via Ispettore Giovanni LIZZIO - 97100 RAGUSA ( Dove siamo)
  • telefono: 0932673111
  • fax: 0932/673577
  • email: dipps170.00f0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Operazione a “Basso rischio”.

CONDIVIDI

Operazione a “Basso rischio”.

Cosi è stata denominata l'operazione che, alle prime ore di stamani, ha visto impegnato personale della Polizia di Stato della Sezione Polizia Stradale di Ragusa nell'esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP presso il Tribunale di Ragusa nei confronti di un ragusano di 62enne, ex assicuratore.

Il provvedimento restrittivo era stato richiesto dalla Procura della Repubblica per concorso in fraudolento danneggiamento di beni assicurati.

L'operazione che ha coinvolto 39 persone, tutte indagate, ed ha permesso agli inquirenti di scoprire 22 falsi incidenti nel periodo che intercorre tra il 2009 ed il 2011 con frode alle compagnie assicurative per un ammontare quantificato indicativamente in circa 20.000 euro.

L'attività investigativa espletata dalla Sezione Polizia Stradale e coordinata dalla Procura della Repubblica è lo sviluppo di due filoni di indagini.

Uno avviato a seguito di denuncia da parte di una compagnia assicurativa, nell'agosto del 2010, che evidenziava come decine di incidenti, avvenuti nel 2009 a Ragusa, e riferiti a polizze sospese ed aventi tutti attestati di rischio molto bassi.

Le successive indagini consentivano di accertare che le polizze sospese erano state attivate a Ragusa dal citato 62enne, a cui si erano rivolti dei cittadini, oggi indagati, per ottenere polizze a basso rischio. Lo stesso soggetto utilizzava le polizze assicurative sospese di ignari ragusani, riattivandole e facendo ricorso a dei falsi passaggi di proprietà, ed inviava il tutto all'agente assicurativo di Palermo che, a sua volta, stipulava i contratti con una compagnia assicurativa con sede nel capoluogo siciliano.

L'altra indagine prende avvio nel 2011, dalla denuncia di una ragusano che si è visto recapitare una missiva dalla propria assicurazione per un sinistro che il denunciante non aveva mai fatto. Dalla attività investigativa è emerso che l'ex assicuratore, a cui in passato si era rivolto il denunciante, aveva attivato all'insaputa del cliente delle polizze on - line per favorire altri due soggetti con falsi sinistri.

A novembre 2012 furono effettuate perquisizioni e conseguenti sequestri sia Ragusa che a Palermo.

Gli sviluppi investigativi del materiale sequestrato ha consentito di far emergere le responsabilità a carico degli indagati.


06/09/2013

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/07/2024 17:16:07