Questura di Prato

  • Via Migliore di Cino n.10/12 - 59100 PRATO ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino - 05745555

Cessione di fabbricato. Gli obblighi in vigore per il cittadino

Questura

La comunicazione di cessione fabbricato è un obbligo che riguarda chiunque cede la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente l'uso esclusivo di un immobile o di parte di esso.

Tuttavia, a seguito dell’entrata in vigore delle disposizioni inerenti la registrazione dei contratti di cessione fabbricati presso l’Agenzia delle Entrate, il predetto obbligo del cittadino, previsto dall'art. 12 della Legge 191/78, è in parte venuto meno. 

 

Ancora oggi alcuni cittadini, ignorando tale ultima disposizione, presentano la “cessione di fabbricato”, la quale viene generalmente acquisita dal Corpo di Guardia della Questura.    

 

Si precisa, al riguardo, che la comunicazione di cessione fabbricato, regolamentata dal citato art. 12 del Decreto legge 59/78, convertito in legge 191 dello stesso anno (Legge 18 maggio 1978, n. 191), è stata sostanzialmente assorbita dalla registrazione dei contratti riferiti all'immobile (vendita , locazione, ecc.).

 

L’obbligo di cui art. 12 della Legge 191/78 permane, pertanto, per le sole comunicazioni in caso di contratto non obbligatoriamente assoggettato a registrazione (es. contratti, anche verbali, non soggetti a registrazione in termine fisso, ai sensi dell’art. 2, comma 3 del DL 79/2012), nonché per le dichiarazioni di ospitalità/locazione a stranieri non europei, quindi extracomunitari o apolidi (ex art. 7 T.U. Immigrazione), queste ultime di interesse per gli adempimenti e le competenze dell’Ufficio Immigrazione. 

 

La legge, quindi, lascia al momento intatto l'obbligo di comunicazione solo nel caso in cui "venga concesso il godimento del fabbricato o di porzione di esso sulla base di un contratto, anche verbale, non soggetto a registrazione in termine fisso", ammettendo anche una forma di comunicazione telematica.

 
In riferimento a cittadini stranieri (ovvero extracomunitari), si ribadisce che è confermato l'obbligo di comunicazione stabilito dal predetto articolo 7 del T.U. 286/98 e successive modificazioni, concernente la disciplina dell'immigrazione e della condizione dello straniero (secondo la normativa per straniero si intende il cittadino extracomunitario).


Solo in tali casi il proprietario dell'immobile deve presentarsi all'Autorità di P.S. di competenza (Questura/Commissariato o in Comune in caso di mancanza di questi Uffici) a seconda dell'ubicazione dell'immobile e dichiarare la presenza dello straniero, presentando il contratto registrato all'Agenzia delle Entrate ed i documenti di entrambi.

 

Per approfondimenti è possibile consultare l'articolo 2 del decreto legge 20 giugno 2012, n. 79, convertito in legge n. 131 /2012, sulla cui base è stata emanata una circolare esplicativa .


02/08/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

16/09/2019 04:24:13