Questura di Prato

  • Via Migliore di Cino n.10/12 - 59100 PRATO ( Dove siamo)
  • telefono: Vedi utenze uffici

Violenta lite tra cittadini cinesi in un’abitazione del centro storico La Squadra Volante arresta un cinquantatreenne: tentato omicidio

CONDIVIDI
La Questura

Arresto per tentato omicidio.

     Il 20 maggio 2022,  alle ore 9.40 circa, la Polizia di Stato di Prato ha arrestato un cinese per il reato di tentato omicidio di un connazionale commesso all’interno di un appartamento del centro cittadino.

           I fatti: due equipaggi della Squadra Volante sono intervenuti nel centro storico cittadino, per segnalazione, proveniente da residenti della zona, di una violenta lite in corso tra alcuni cittadini cinesi all’interno di un’abitazione sita in via Carraia.

      Sul posto, gli Operatori si sono portati nell’appartamento segnalato, posto al primo piano, dove hanno subito notato, nei pressi della porta di accesso, già aperta, la presenza di un cinese, in evidente stato di shock, con vistose ferite alla testa, alla spalla e ad una gamba, il quale indicava la possibile presenza del suo aggressore in una delle stanze della casa.

      Fatto immediatamente ingresso nell’abitazione, uno degli Agenti ha così potuto notare un secondo cinese, che ancora impugnava con contegno intimidatorio una mannaia e di conseguenza estraeva la pistola Taser in dotazione, intimando di gettare immediatamente a terra l’oggetto, ordine a cui l’armato non ottemperava, così costringendo l’Agente all’utilizzo del Taser, conseguendo l’immobilizzazione dell’uomo in pochi secondi, che veniva pertanto messo in sicurezza.

      Fatto intervenire sul posto personale sanitario del 118, che prestava le cure del caso al ferito, si appurava che quest’ultimo, un sessantenne cinese regolarmente soggiornante, era stato aggredito poco prima con la mannaia dal connazionale, per motivi al momento non ancora del tutto chiariti, venendo trasportato, non in pericolo di vita, presso il locale Ospedale per la prosecuzione delle cure del caso.

      Alla luce della dinamica della vicenda, l’aggressore, un cinquantatreenne cinese regolarmente soggiornante, annoverante piccoli precedenti di polizia e risultato essere domiciliato proprio nell’abitazione teatro dell’intervento, veniva tratto in arresto per il reato di tentato omicidio; sono in corso ulteriori verifiche investigative, tese a chiarire il movente della violenta lite, che non si esclude legato alla figura di una ragazza cinese di 29 anni, nipote dell’aggredito, anche lei domiciliata nell’abitazione di via Carraia, la quale sembrerebbe aver subito il giorno prima un approccio di natura sessuale ad opera dell’aggressore.

      Lo zio della ragazza, ossia la persona ferita, da quanto parrebbe emergere dalla prima attività d’indagine, nella giornata odierna si sarebbe portato nell’abitazione allertato dalla giovane, per avere un non meglio precisato chiarimento con il soggetto risultato aggressore e presunto molestatore, chiarimento sfociato in seguito nell’aggressione con la mannaia.

                Sulla vicenda sono tuttora in corso approfondimenti investigativi per meglio delineare i contorni dell’episodio ed il movente a base dello stesso.


21/05/2022

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/08/2022 13:53:15