Questura di Prato

  • Via Migliore di Cino n.10/12 - 59100 PRATO ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino - 05745555

CONSIGLI UTILI CONTRO LE TRUFFE VIA E-MAIL: .....NON FATEVI INGANNARE!

truffe

"Congratulazioni! Ti è stato assegnato un buono vacanza di qualità, per ritirarlo chiama subito, da linea fissa, all'899XXX"
"Urgente! Qualcuno ti sta cercando chiama adesso il numero 709XXX"
"Complimenti! Qualcuno ti ha mandato una cartolina d'amore. Per vederla e scoprire chi è il mittente clicca qui!"

Sono alcuni esempi di messaggi ingannevoli che arrivano tramite sms o via e-mail, invitando gli utenti a comporre numeri telefonici con tariffe molto elevate.
I messaggi sfruttano il desiderio di molti di vincere un viaggio o la curiosità di conoscere l'identità di un presunto ammiratore segreto. Ma una volta stabilito il contatto, degli spasimanti e dei viaggi nessuna traccia.
In compenso la telefonata favorisce un guadagno notevole alle società che diffondono gli avvisi.
Molti cittadini si sono rivolti all'Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura di Prato per denunciare truffe via e-mail e per chiedere consigli e spiegazioni. Bisogna fare molta attenzione perché, in realtà, quasi sempre, questi annunci equivoci rimandano alle pubblicità di costosi servizi per adulti, che rientrano tra i cosiddetti servizi audiotex, quelli cioè che consentono al cittadino di accedere a pagamento a particolari informazioni.
Questi servizi sono regolamentati dal Decreto Ministeriale n.385 del 1995 che prevede, per i gestori, sanzioni che vanno dalla "diffida" alla "disattivazione" del servizio in caso di violazioni.
Il costo della chiamata (almeno 5 euro), viene spesso indicato nel messaggio, in modo non evidente: nelle e-mail è scritto in fondo al testo, magari con un carattere più piccolo rispetto al resto del messaggio, sui telefonini è scritto alla fine degli sms, lasciando molto spazio dopo l'annuncio amoroso in modo da far sembrare terminato il messaggio.

COSA FARE?
a) Leggere molto attentamente tutte le informazioni contenute nei messaggi.
b) Verificare periodicamente che la connessione telefonica ad Internet avvenga effettivamente sull'utenza preimpostata (sono stati rilevati frequenti spostamenti effettuati ad insaputa dell'utente su linee telefoniche con prefissi particolari, 709, 899 ed altri, molto più costosi).
c) Non scaricare programmi se non si è sicuri della loro provenienza.
d) Installare sul proprio personal computer programmi di protezione adeguati (i cosiddetti "firewall").
e) Nei casi sospetti salvare l'e-mail ricevuta e informare immediatamente la Polizia di Stato (113 oppure tel.0574-555602 / fax 0574-555200, Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura di Prato, sito in Via Migliore di Cino 10, aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 08,30 alle ore 12,30).
f) Dal 1 giugno 2003 è possibile disattivare gratuitamente i numeri a prefisso 709, con una semplice richiesta dell'abbonato indirizzata al servizio clienti della Telecom Italia.
g) Se la truffa è già stata commessa, per sporgere denuncia l'intestatario dell'utenza telefonica deve recarsi presso la Questura di Prato, sita in via Migliore di Cino n.10, portando la bolletta telefonica e l'elenco delle chiamate effettuate, con i codici completi, preventivamente richiesti al servizio clienti. Con una copia della denuncia, la Telecom Italia sospende il pagamento delle chiamate contestate.


05/12/2008

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

25/01/2020 05:18:33