Questura di Pordenone

  • Piazzale Giovanni Palatucci, 1 - 33170 PORDENONE ( Dove siamo)
  • telefono: 0434238111
  • email: dipps161.00f0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Polizia di Stato: progetto “Educare i giovani alla Legalità” incontro con i ragazzi delle scuole di Erto e Casso.

CONDIVIDI
Polizia di Stato

Nella mattinata di oggi giovedì 18 novembre, a Erto e Casso, presso la Scuola Primaria “Cesare Battisti”, nell’ambito delle iniziative della Polizia di Stato “educare i giovani alla legalità”, il Questore della Provincia di Pordenone Marco Odorisio, unitamente al Sindaco Antonio Carrara, allo scrittore e scultore Mauro Corona ed alla Dirigente Scolastica Carla Fabbro, ha incontrato gli alunni delle classi della scuola primaria e della scuola d’infanzia, ai quali sono stati consegnati gli zaini ed i cappellini della Polizia di Stato e l’Agenda scolastica “Il mio diario 2021 – 2022”, realizzati dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il sostegno del Ministero dell’Economia e delle Finanze e dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

L’iniziativa rientra tra i progetti volti a favorire il rafforzamento della condivisione per la legalità, nella consapevolezza che alla delicata opera di formazione ed istruzione dei piccoli cittadini devono cooperare tutte le Istituzioni e la Polizia di Stato si avvicina ai giovani studenti utilizzando messaggi e fumetti per contribuire al percorso di crescita e di educazione verso il rispetto delle regole e della comunanza di quei valori quali l’amicizia, la solidarietà e la legalità su cui si fonda la nostra società.

L’incontro con i giovani studenti si è svolto nella cornice dello “spazio verde” dell’Istituto Scolastico “C. Battisti” di Erto e Casso, dove il Questore della Provincia di Pordenone Marco Odorisio, il Sindaco Antonio Carrara, lo scrittore scultore Mauro Corona ed il Dirigente Scolastico Carla Fabbro, nel consegnare ad ogni studente i diari della legalità ed i gadget della Polizia di Stato, hanno spiegato l’importanza dei valori che sottendono al bene comune ed al vivere in armonia, valori sociali a favore dei quali ciascuno di noi, come cittadini, rende il proprio contributo sin da giovanissimo, rispondendo, altresì, alle domande ed alle curiosità poste dagli stessi studenti.

Nell’occasione, particolarmente gradita dai ragazzi, la possibilità di interagire con le auto della Questura, come le cd. “pantere” della Squadra Volante e le Jeep della Polizia Stradale, pattuglie che quotidianamente assicurano i servizi di sicurezza, vigilanza e controllo del territorio.

Il Questore della Provincia di Pordenone, nel ringraziare i ragazzi, il Dirigente Scolastico Fabbro, il Sindaco Carrara e lo scrittore scultore Corona, ha inteso sottolineare “l’importanza di coinvolgere i ragazzi ed i giovani nei progetti di educazione alla legalità, rendendoli consapevoli del rispetto delle regole e dei valori fondanti, che sono alla base di una pacifica, serena e proficua convivenza, per il perseguimento del bene comune”.

Il Questore ha, altresì, sottolineato “come il voler essere oggi nella comunità di Erto e Casso voglia testimoniare la vicinanza e la presenza della Polizia di Stato in un luogo dove è ancora vivo e tangibile il profondo dolore delle persone drammaticamente colpite dalla tragedia del Vajont, rivolgendo un commosso pensiero a quanti purtroppo hanno perso la vita e a chi, sopravvivendo nella tragedia, ha perso i propri affetti”.


18/11/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/07/2024 12:13:28