Questura di Perugia

  • Via Emanuele Petri - 06100 PERUGIA ( Dove siamo)
  • telefono: 07550621
  • email: Ufficio di Gabinetto: dipps159.00f0@pecps.poliziadistato.it - Divisione Anticrimine: dipps159.00R0@pecps.poliziadistato.it - Divisione P.A.S.: dipps159.00N0@pecps.poliziadistato.it - Ufficio Immigrazione: dipps159.00P0@pecps.poliziadistato.it

Condotte pericolose allo stadio “R. Curi” dei tifosi ospiti e locali: il Questore della provincia di Perugia, dr. Fausto Lamparelli emette 6 DASPO.

CONDIVIDI
foto

La Polizia di Stato di Perugia ha emesso 6 provvedimenti di DASPO nei confronti di altrettanti tifosi che lo scorso  10 settembre e 12 novembre, nel corso delle partite di calcio Perugia – Pescara e Perugia – Gubbio, valevoli per il campionato nazionale di calcio di serie C, si sono resi responsabili dell’accensione di alcuni fumogeni - nel settore riservato alla tifoseria ospite e locale - e del lancio di un seggiolino all’interno dello stadio “Renato Curi” di Perugia, in prossimità del terreno di gioco. Grazie alle indagini e all’attenta visione delle immagini del sistema di videosorveglianza nonché alle riprese effettuate dalla Polizia Scientifica, il personale della DIGOS è risalito all’identità dei tifosi responsabili. La gravità delle condotte, la presenza di altri tifosi nei settori in cui sono stati accesi i fumogeni, la vicinanza ai calciatori nel punto in cui è stato lanciato il seggiolino e il pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica hanno indotto il Questore a emettere, nei confronti dei soggetti coinvolti, i provvedimenti di DASPO. I provvedimenti vieteranno ai tifosi identificati l’accesso alle manifestazioni sportive – di calcio, di Coppa Italia, di coppe internazionali, di campionato per un periodo che varia da 1 a 2 anni tenuto conto della gravità delle singole condotte. Ai destinatari dei provvedimenti sarà, altresì, interdetto – a partire da due ore prima e sino a due ore dopo la conclusione della manifestazione sportiva – l’accesso e lo stazionamento in un’area ricompresa in 400 metri di distanza dai luoghi antistanti lo stadio, le stazioni ferroviarie interessate dall’arrivo o dalla partenza dei tifosi, i parcheggi pubblici serventi gli impianti sportivi, i luoghi di allenamento e i ritiri delle squadre di calcio, nonché, in un’area ricompresa in 200 metri di distanza dagli altri luoghi interessati alla sosta, al transito o al trasporto di coloro che partecipano o assistono alle medesime manifestazioni. L’eventuale violazione del divieto potrà essere punita con la pena di reclusione da uno a tre anni e con la multa da 10mila a 40mila euro.


22/12/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

28/05/2024 06:54:05