Questura di Perugia

  • Via Emanuele Petri - 06100 PERUGIA ( Dove siamo)
  • telefono: 07550621
  • email: Ufficio di Gabinetto: dipps159.00f0@pecps.poliziadistato.it - Divisione Anticrimine: dipps159.00R0@pecps.poliziadistato.it - Divisione P.A.S.: dipps159.00N0@pecps.poliziadistato.it - Ufficio Immigrazione: dipps159.00P0@pecps.poliziadistato.it

INDIVIDUATO ED ESPULSO DALLA POLIZIA DI STATO IL PRESUMIBILE AUTORE DELLE SCRITTE ABUSIVE IN CENTRO, TUNISINO DI ANNI 32.

CONDIVIDI
foto

La Polizia di Stato nella serata del 3 luglio u.s. ha individuato in piazza Grimana un cittadino di origine tunisina di anni 32, presumibilmente autore delle numerose scritte comparse nel centro storico perugino nella mattina di domenica scorsa, anche su monumenti pubblici. In seguito a tali accadimenti i poliziotti della Digos di Perugia avevano avviato un’intensa attività info-investigativa, che ha consentito l’individuazione nella tarda serata di ieri di uno dei presumibili autori del gesto. L’attività di polizia giudiziaria si era focalizzata sull’analisi delle immagini riprese da diversi impianti di video sorveglianza, sui contributi informativi di alcuni cittadini, nonché sui servizi di monitoraggio costante dei luoghi del centro storico solitamente frequentati da giovani extracomunitari. Nella serata di ieri, uno dei soggetti ritenuti coinvolti negli imbrattamenti della città è stato localizzato nei pressi di un bar di piazza Grimana e sottoposto a controllo; lo stesso tentava una vana fuga ma veniva prontamente bloccato dal personale di polizia; le successive attività di perquisizione personale consentivano di rinvenire all’interno di un marsupio in uso allo stesso un coltello a serramanico che veniva sottoposto a sequestro. I numerosi tatuaggi presenti sul corpo dello straniero, alcuni dei quali raffiguranti il simbolo del gruppo ultras tunisino presente in molte delle scritte murarie comparse in città, dava ulteriore conferma dell’identità del soggetto che tra l’altro ammetteva di essere tra gli autori degli imbrattamenti. Il soggetto, privo di documenti veniva accompagnato nei locali della Questura per le procedure di identificazione e fotosegnalamento in seguito al quale è risultato gravato da numerosi precedenti di polizia e irregolare sul territorio italiano e pertanto veniva avviato l’iter per l’espulsione oltre ad essere segnalato all’A.G. per i reati commessi. Le attività d’indagine proseguono per individuare gli altri autori degli imbrattamenti.


05/07/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

26/05/2024 17:45:33