Questura di di Pavia

  • via Rismondo n.68 - 27100 PAVIA ( Dove siamo)
  • telefono: 0382 5121
  • email: dipps165.00f0@pecps.poliziadistato.it

Cittadini ucraini - Proroga ope legis scadenza permessi di soggiorno per protezione temporanea e conversione, a domanda, in permesso di soggiorno per lavoro

CONDIVIDI

Con Legge di Bilancio  N. 213 del 30/12/2023 è stata stabilita la  proroga automatica dei permessi di soggiorno per protezione temporanea fino al 31 dicembre 2024.

  • Chi già possiede un  permesso di soggiorno per protezione temporanea riportante la data di scadenza del 04.03.2023, oppure del 31.12.2023, non deve presentarsi in Questura, in quanto la scadenza si intende prorogata automaticamente al 31/12/2024
  • Chi ha presentato domanda per un primo rilascio di permesso di soggiorno per protezione temporanea saranno definiti con la medesima scadenza
  • Chi ha fatto recentemente ingresso in Italia e non ha ancora prodotto istanza, potrà provvedervi  presentandosi direttamente agli sportelli Immigrazione, attenendosi ai seguenti orari:
  • Questura di Pavia,  dal lunedì al venerdì dalle ore  11.30 alle ore 13.30
  • Commissariato di P.S. Vigevano, previo appuntamento da richiedersi allo sportello dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.30 alle ore 12.30, o, in alternativa, tramite mail all’indirizzo PEC  dipps165.5100@pecps.poliziadistato.it
  • Commissariato di P.S. Voghera,  il martedì dalle ore 14.30 alla ore 17.00 – il giovedì dalle ore 08.30 alle ore 11.00.

All’atto di presentazione della domanda per il permesso di soggiorno per protezione temporanea è necessario produrre il passaporto in corso di validità o il certificato di identità con fotografia rilasciato dal Consolato Generale d’Ucraina di Milano: chi non ne fosse in possesso dovrà preventivamente farne richiesta al suddetto competente Consolato.

Per i minori accompagnati da almeno uno dei genitori, che non siano però inseriti nel passaporto del genitore, sarà necessario ottenere la traduzione asseverata del Tribunale per il certificato di nascita.

Infine, è richiesta la dichiarazione di ospitalità.

Importante introduzione prevista dalla L. 213/23 è  costituita dalla  possibilità, a domanda dell’interessato,  di convertire il permesso di soggiorno per protezione temporanea in permesso di soggiorno per lavoro. La domanda di conversione va presentata a mezzo kit postale.

 

 


08/01/2024

20/05/2024 19:53:44