Questura di Parma

  • Borgo della Posta, 14 - 43100 PARMA ( Dove siamo)
  • telefono: 0521219411
  • email: VEDI ORARI E UFFICI

Tenta furto al Panorama. Denunciato tunisino per tentato furto e porto abusivo di oggetti atti ad offendere

CONDIVIDI
42423423

Ieri sera personale della Polizia di Stato è intervenuto al supermercato Panorama di via Silvio Pellico, in quanto il responsabile della sicurezza dell’attività commerciale aveva fermato un giovane tunisino che si era impossessato di alcune bottiglie di alcolici che aveva nascosto nel proprio zainetto.

Immediatamente allertati, gli Agenti della Polizia di Stato si sono diretti sul posto e insieme al responsabile della sicurezza hanno ricostruito l’accaduto. L’addetto alla sicurezza   riferiva di aver visto il giovane prelevare delle bottiglie dallo scaffale degli alcolici e riporle nel cestino che aveva al seguito. Si era diretto poi nel reparto dei biscotti, e quando si apprestava ad uscire dall’esercizio commerciale utilizzando il varco dell’uscita senza acquisti, le bottiglie non erano più nel cestino, ma lo zainetto presentava un rigonfiamento.

Opportunamente fermato per un controllo dal personale della sicurezza, al quale non era sfuggita questa manovra, e vistosi scoperto, l’uomo un 27enne tunisino riconsegnava spontaneamente le bottiglie rubate del valore di 40 euro. Inoltre le bottiglie si presentavano prive delle placche antitaccheggio, precedentemente asportate

I poliziotti intervenuti procedevano alla immediata perquisizione del giovane, e occultato nella tasca del giubbotto, veniva rivenuto un coltellino multiuso del tipo svizzero, utilizzato probabilmente per rimuovere le placche antitaccheggio.

Il giovane tunisino veniva accompagnato in Questura, per essere sottoposto ai rilievi dattiloscopici.

Dagli accertamenti effettuati, il soggetto risultava gravato da numerosi pregiudizi di Polizia, per reati contro il patrimonio, contro la persona e per stupefacenti e dalla misura cautelare in atto del divieto di dimora nella Provincia di Parma.

Notiziata l’Autorità Giudiziaria dell’accompagnamento in Questura, l’uomo  veniva deferito in stato di libertà per il reato di tentato furto e porto di oggetto atti ad offendere e trattenuto  nelle camere di temporanea permanenza della Questura per essere messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione circa la sua posizione amministrativa sul territorio nazionale.  


28/02/2022

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

07/02/2023 07:04:50