Questura di Parma

  • Borgo della Posta, 14 - 43100 PARMA ( Dove siamo)
  • telefono: 05212194
  • email: VEDI ORARI E UFFICI

SENEGALESE ARRESTATO PER VIOLENZA E LESIONI A P.U.

Alessandria: Espulsione dal Territorio Nazionale per ordine pubblico e sicurezza dello Stato

ESPULSO CON ACCOMPAGNAMENTO ALLA FRONTIERA

Il 2 marzo 2018, presso il front-office dell’Ufficio Immigrazione, al termine delle operazioni di sportello, rimaneva nel salone di attesa un solo cittadino straniero, il quale riferiva al personale di polizia di dover ritirare il proprio passaporto, a suo dire trattenuto dagli agenti dell’Ufficio.

Dagli accertamenti si appurava che il passaporto di cui egli era titolare era depositato presso l’Ufficio Immigrazione per effetto di ordinanza del Questore di Parma, pertanto non poteva essere restituito se non per effetto di un’ordinanza della stessa Autorità Amministrativa.

Gli operatori di polizia invitavano pertanto il Sig. D.E.H.D a liberare l’Ufficio per permettere la chiusura del front-office, incontrando la resistenza dello stesso e, nel tentativo di accompagnarlo verso la porta di uscita, gli Operatori lo tenevano per entrambe le braccia. Improvvisamente, dopo essersi divincolato dalla presa, il soggetto colpiva al volto un operatore di polizia.

Vista la sua reazione violenta, il cittadino senegalese veniva immobilizzato dagli agenti, grazie anche all’ausilio di una pattuglia della volante giunta sul posto, e quindi veniva tratto in arresto e tradotto presso le camere di sicurezza della Questura di Parma, in attesa delle determinazioni dell’A.G. la quale disponeva che, in attesa della decisione sulla misura precautelare applicata, l’arrestato fosse condotto presso l’abitazione della madre in Salsomaggiore Terme (PR).

Per i fatti di cui sopra l’Agente di Polizia colpito al volto ricorreva alle cure mediche presso il pronto soccorso del locale Ospedale Maggiore, ove veniva dimesso con prognosi di gg. 7.

  Nel corso della serata, durante le operazioni di identificazione e la redazione dei verbali, anche il sig. D.E.H.D chiedeva di ricorrere alle cure mediche in quanto avvertiva segni di malessere e, nell’immediato, veniva fatta intervenire un ambulanza della Pubblica Assistenza, i cui operatori provvedevano a condurlo al pronto soccorso del locale nosocomio.

Dopo le dimissioni dall’ospedale, il sig. D.E.H.D veniva condotto presso l’Ufficio Immigrazione e durante il trasporto con i piedi e la testa tentava di sfondare il finestrino posteriore della Volante che lo accompagnava.

 Il cittadino straniero autore dei sopradescritti fatti, veniva sottoposto ai rilievi dattiloscopici e segnaletici, dai quali emergevano altri precedenti di polizia per reati della stessa indole.

 Si riscontrava, altresì, che lo stesso veniva rintracciato in Svizzera in condizione di irregolarità secondo la normativa di quello Stato, ed era stato, pertanto, riammesso in Italia.

 Quale conseguenza della irregolarità in materia di soggiorno per cittadini stranieri, il sig. D.E.H.D veniva colpito dal decreto di espulsione dallo Stato nel 2017 emesso il dal Prefetto di Parma con concessione, prevista legislativamente, di allontanarsi volontariamente nel termine di 15 giorni. Il Questore di Parma, dispose talune delle misure indicate dal Testo Unico Immigrazione, successivamente convalidate dal G.d.P. di Parma, ovvero la consegna del passaporto e l’obbligo di presentazione presso un Ufficio di Polizia, in attesa del volontario allontanamento dallo Stato.

Dagli accertamenti eseguiti, è emerso che il cittadino straniero D.E.H.D non aveva mai ottemperato all’obbligo di presentazione alla forza pubblica, disposto nei suoi confronti dal Questore; egli non aveva neppure ottemperato all’ordine di espulsione dallo Stato, disposto dal Prefetto di Parma.

 Ieri, il sig. D.E.H.D è stato quindi condotto presso questi Uffici per partecipare all’udienza di convalida del provvedimento questorile di accompagnamento alla frontiera per mezzo della forza pubblica, e, in seguito all’intervenuta convalida, è stato accompagnato presso la Frontiera aerea di Bologna per essere imbarcato in un volo diretto a Dakar.


10/03/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/09/2019 13:54:13