Questura di Padova

  • Piazzetta G. Palatucci, 5 - 35123 PADOVA ( Dove siamo)
  • telefono: 049833111
  • fax: 049833255
  • email: gab.quest.pd@pecps.poliziadistato.it

Incessanti controlli di polizia nel fine settimana in città.

controlli di polizia nel fine settimana in città.

Anche questo fine settimana è stato caratterizzato da un'intensificazione dell'attività di controllo del territorio in città da parte delle pattuglie delle Volanti e dagli agenti della Polfer in zona Stazione e a bordo dei treni maggiormente soggetti ad episodi illeciti, tra cui la tratta tra Padova e Rovigo, dove i poliziotti hanno controllato numerose persone a bordo del convoglio.

Le pattuglie della Sezione Volanti hanno svolto una continua attività di prevenzione, soprattutto nelle zone maggiormente caratterizzate da notevole afflusso di persone e turisti, quali mercati rionali e punti di interesse storico artistico, oltre che nei quartieri maggiormente caratterizzati da episodi di microcriminalità e spaccio. A tal fine sono stati predisposti controlli a persone e mezzi, nel comparto Piazze e in tutto il centro storico della città ma anche in zona Arcella, Stazione, Stanga.

Sono stati attuati inoltre posti di controllo nelle principali vie d’accesso cittadine. Dall'attività complessivamente svolta dagli agenti della Questura e della Polfer sono stati conseguiti i seguenti risultati:4 gli arrestati perché ricercati per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti, 13 i denunciati per gli stessi reati, 270 le persone controllate di cui 8 accompagnate in Questura e 4 colpite da decreto di espulsione. Sono stati controllati 61 veicoli nel corso di posti di controllo e sequestrati gr.29 di sostanza stupefacente del tipo Hashish e gr 8,71 di sostanza stupefacente di tipo Marijuana.

Gli agenti hanno rintracciato presso un uomo originario di Brindisi che si nascondeva in un hotel del centro perché ricercato dalla Procura di Asti per reati contro il patrimonio, l'uomo è stato condotto in Questura per gli adempimenti giudiziari.

Tunisino 50enne, in Italia s.f.d. è stato rintracciato in zona Arcella e tratto in arresto perché ricercato per reati inerenti gli stupefacenti.

Nel corso della perlustrazione del territorio è stato rintracciato in vicolo Ponte Molino un moldavo, residente in provincia di Padova , trovato in possesso di registratore cassa, risultato rubato in un negozio del centro, dal cui interno ignoti avevano asportato il cassetto contenente 80 Euro, ed altri oggetti, trovati in possesso al cittadino romeno. L’uomo è stato indagato in stato di libertà per ricettazione.

In via Lippi, gli agenti hanno bloccato un giovane marocchino, che sottoposto a controllo, è risultato in possesso di gr. 19,81 di hashish. Il giovane è stato portato in Questura e indagato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In via Valeri sono stati sequestrati a carico di ignoti un involucro contenente gr 8,71 di sostanza stupefacente di tipo Marijuana, nascosto dietro la saracinesca di un negozio.

Grazie all'attività di controllo e identificazione delle persone, gli agenti della Polfer hanno rintracciato nell'area Park del parcheggio a pagamento delle auto della Stazione un tunisino di anni 44, privo di documenti, più volte denunciato per reati contro il patrimonio e spaccio di stupefacenti, ricercato perché gravato da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Padova poiché condannato a 8 mesi di reclusione e al pagamento di una multa di euro 200.00.

Una cittadina nigeriana di anni 20 residente nella provincia di Cagliari ed in regola con il permesso di soggiorno è stata invece denunciata per danneggiamento aggravato di un mezzo della Polizia parcheggiato fuori dagli Uffici Polfer che la stessa aveva preso a calci dopo essere stata identificata dagli agenti intervenuti su richiesta di un capotreno che aveva sorpreso la straniera viaggiare sul convoglio regionale proveniente da Vicenza senza biglietto.

Denunciato, invece, per porto ingiustificato di arma da taglio, un cittadino della Romania di anni 24, pregiudicato per reati contro il patrimonio e residente nella provincia di Pordenone, sorpreso in una area vietata al transito delle persone, cosiddetta ex scalo ferroviario 230, con addosso un taglierino.

Nell'atrio della Stazione è stata invece elevata una sanzione amministrativa nei confronti di un nigeriano che raccoglieva fondi senza la prescritta autorizzazione. Gli agenti hanno sequestrato il denaro di cui era in possesso, circa 15 euro e comminato la sanzione di euro 16,67 così come previsto dal Regolamento di polizia Ferroviaria.

Indagato in stato di libertà una 20enne della Costa d’Avorio perché si era rifiutata di declinare le proprie generalità al capo treno che doveva procedere a sanzionarla secondo normativa poiché sprovvista del regolare titolo di viaggio.

Indagato anche un giovane senza fissa dimora di Dolo, sorpreso all'interno della stazione nonostante fosse stato allontanato con la misura del Daspo Urbano emesso dal Questore di Padova.

Nel corso del fine settimana è stato effettuato anche un intervento di soccorso pubblico a seguito di una chiamata giunta al 113 proveniente da una ragazza 20enne che riferiva che il padre, dopo essere entrato in casa pretendendo di parlare con l'ex moglie, non avendola trovata, si era colpito violentemente il capo con un posacenere urlando che si sarebbe portato presso la propria abitazione, per uccidersi. Sul posto, veniva inviata immediatamente la volante che riusciva ad entrare in casa proprio mentre l'uomo stava tentando di impiccarsi con le cinghie di una serranda. Lo stesso veniva messo in salvo e accompagnato in ospedale dal personale sanitario allertato dal 113.

 Proseguiranno anche nei prossimi giorni i controlli di Polizia in città e in Stazione.


10/06/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/09/2019 14:31:01