Questura di Padova

  • Piazzetta G. Palatucci, 5 - 35123 PADOVA ( Dove siamo)
  • telefono: 049833111
  • fax: 049833255
  • email: gab.quest.pd@pecps.poliziadistato.it

Catturato dalla Polizia di Padova l’autore delle spaccate commesse in città

10.10.2018 catturato ladro seriale

Dopo serrate attività di indagine, la Polizia di Stato di Padova ha catturato l’autore di alcune spaccate commesse nei negozi del centro storico.

Nel pieno della scorsa notte, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Padova hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per furto aggravato TORCH Amor Ben Lazhar, tunisino quarantenne irregolare sul territorio nazionale con precedenti penali per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti.

La Polizia gli ha attribuito la responsabilità dei furti commessi ai danni del bar “Carlotta”, avvenuto nelle prime ore dell’alba del 2 ottobre, dove aveva asportato 150,00 euro di fondo cassa ed alcune bottiglie di vino e di quello  subito la notte del 06 ottobre dal negozio di abbigliamento denominato “E FASHION”.

Sulla scorta dell’attività info-investigativa svolta è emerso che il tunisino per  commettere i colpi utilizzasse un “piede di porco”.

 Attuava sempre lo stesso modus operandi:  agiva da solo, spaccava vetrate e poi asportava pochi euro di fondo cassa, si mimetizzava approfittando del buio e poi svicolava tra le vie del centro storico a bordo di bicicletta da uomo marca Esperia.

Dalle indagini e dagli appostamenti svolti, gli uomini della Squadra Mobile hanno intuito che TORCH fosse la persone sospettata per i furti commessi.

Ritenendo che la persona ripresa dalle telecamere di videosorveglianza del bar “Carlotta e del negozio E FASHION, mentre si aggirava nei pressi dei due locali la notte in cui furono commessi i furti, fosse proprio il soggetto sospettato, gli investigatori hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare nell’appartamento in via Varese dove avevano scoperto si rifugiava. 

L’attività di polizia giudiziaria ha consentito di rinvenire alcuni capi di abbigliamento e calzature perfettamente corrispondenti a quelli indossati dall’autore del furto subito dal bar Carlotta  e ripreso appunto dalle telecamere di videosorveglianza, oltre diversa refurtiva.

Il tunisino quindi è stato condotto in Questura e sottoposto ad fermo di polizia giudiziaria per furto aggravato

L’uomo era già noto alle Forze dell’Ordine in quanto arrestato dagli agenti della Squadra Mobile nel 2014 dopo per aver consumato, mediante lo sfondamento della vetrata, il furto di capi di abbigliamento per un valore di 12.390,00 euro in danno del negozio “BALDAN Antonio” .

Dopo circa 3 anni di carcerazione, a luglio dello scorso anno il tunisino, irregolare sul territorio nazionale, era stato scarcerato e condotto presso il C.P.T. di Torino, da cui era fuoriuscito perché non si era arrivati ad una identificazione certa.

Lo straniero si trova ora in carcere a Padova

Il Questore di Padova si è complimentato con gli investigatori per il brillante risultato raggiunto. Anche il Sindaco Sergio Giordani, presente alla conferenza stampa, ha ringraziato la Polizia di Stato per il massimo impegno e l’attenzione posta in questa operazione che hanno portato all’individuazione del responsabile delle spaccate .

L’attività di indagine della Squadra Mobile continua incessantemente per raccogliere ulteriori elementi di reietà a carico dell’uomo per altri colpi commessi ai danni di esercizi pubblici in città.


10/10/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/09/2019 04:53:18