Questura di Novara

  • Piazza del Popolo, 1 - 28100 NOVARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0321388111
  • fax: 0321/388777
  • email: gab.quest.no@pecps.poliziadistato.it

Un arresto della Polizia di Stato per una rapina e furti in citta’

CONDIVIDI
Un arresto della Polizia di Stato per una rapina e furti in citta’

La Polizia di Stato di Novara, nella giornata del 4 ottobre, in seguito all’emissione dell’ordinanza di misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Novara, ha eseguito la misura cautelare della custodia cautelare in carcere nei confronti di E.M. 27 anni di Novara, con precedenti penali specifici per reati contro il patrimonio, in quanto indagato per rapina e furto aggravato.

Gli agenti della Squadra Monile di Novara, in seguito ad una incessante attività volta al contrasto dei reati contro il patrimonio, riceveva varie segnalazioni per dei furti “con scasso” in zona Sant’Agabio.

Nello specifico, in più occasioni, tra il mese di luglio e il mese di agosto, l’indagato, sarebbe stato filmato dalle telecamere di videosorveglianza mentre, ai danni di un autolavaggio, forzava il porta monete per impossessarsi del cestello contenente il denaro.

Le immagini davano lo spunto per poi risalire all’identificazione dell’autore.

Infine, nei primi giorni di agosto, lo stesso E.M., è accusato di aver commesso una rapina, sempre a Novara, nei pressi della piscina comunale, ai danni di una donna. Nell’occasione, la sala operativa della Questura, nella tarda serata, veniva allertata in quanto un uomo aveva aggredito una donna per poi darsi alla fuga. Giunti celermente sul posto, gli agenti della Squadra Mobile raccoglievano le testimonianze della vittima e delle persone presenti sul posto e estrapolavano le immagini di video sorveglianza.

Dalle descrizioni date sia dalla vittima che dai testimoni, nonché in seguito alla visione di alcuni filmati gli agenti della Squadra Mobile son riusciti a ricostruire la dinamica di quanto accaduto, infatti, venivano riscontrati dei particolari “caratterizzanti” una specifica persona.

Secondo l’ipotesi investigativa, E.M. si sarebbe recato presso la piscina comunale, avrebbe visto una donna, notando le catenine che teneva, avrebbe trattenuto la donna per strapparle dal collo due collanine, la donna, provando a reagire, avrebbe ricevuto anche una spinta e uno schiaffo, l’indagato poi sarebbe scappato facendo perdere le proprie tracce.

L’attività di prevenzione e repressione ai reati contro il patrimonio è proseguita anche i giorni successivi.

L’attività della Polizia di Stato proseguirà per risalire all’identità degli autori di altri episodi di furto ancora oggetto di indagine.


05/10/2022

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

30/11/2022 07:53:21