Questura di Monza e della Brianza

  • via Montevecchia n° 18 - 20900 MONZA ( Dove siamo)
  • telefono: 039/24101
  • email: Consultare "Orari e Uffici"

QUESTORE DISPONE ACCOMPAGNAMENTO IN FRONTIERA DI UN 26ENNE IVORIANO IRREGOLARMENTE PRESENTE IN ITALIA E GRAVATO DA PRECEDENTI PER “SEXSTORSION” E TRUFFA INFORMATICA

CONDIVIDI
Accompagnamento

Nella giornata di mercoledì 25 ottobre, il Questore della provincia di Monza e della Brianza, Marco Odorisio, ha disposto l’accompagnamento in frontiera di un cittadino della Costa d’Avorio nato nel 1997, irregolare sul territorio nazionale. Lo straniero sbarcava irregolarmente in Italia nel mese di dicembre del 2016 presso la frontiera marittima di Agrigento. Nel 2017 si presentava presso l’allora Commissariato di Monza, ove presentava istanza di protezione internazionale, che tuttavia veniva respinta dalla Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale di Milano nel 2018, che non ravvisava situazioni di vulnerabilità personali, anche in considerazione del fatto che non risultano nel paese d’origine situazioni tali da far ritenere che lo stesso potesse subire una violazione dei propri diritti umani. Lo straniero opponeva ricorso al provvedimento della Commissione innanzi al Tribunale di Milano, che veniva respinto in quanto non venivano riscontrate circostanze tali da motivare la concessione di una qualsiasi forma di protezione né cause di impedimento al rimpatrio. Nel 2022 veniva denunciato per diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, immagini realizzate ai danni di un uomo che veniva ricattato con la minaccia che avrebbero pubblicato le sue foto nudo, riprese durante una chat erotica, se non avesse pagato (cd. “sextorsion”). La parte offesa, in varie rate, versava circa 1700 euro con ricariche effettuate tutte sulla medesima carta postepay intestata allo straniero, fino a che, stanco di essere ricattato, procedeva a denunciare l’accaduto. Nel mese di gennaio di quest’anno veniva nuovamente querelato per una truffa commessa mediante uso di strumenti informatici o telematici. Nel mese di settembre veniva colpito da provvedimento di espulsione in considerazione della sua irregolarità sul territorio e il Questore di Monza e della Brianza disponeva il ritiro del passaporto e l’obbligo di presentazione presso l’Ufficio Immigrazione, provvedimento convalidato dal giudice di Pace di Monza al quale il cittadino ivoriano non ottemperava. Rintracciato mercoledì 25 ottobre in città da un equipaggio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volanti, il Questore ha disposto fosse data esecuzione all’espulsione di settembre, non ottemperata, con i poliziotti dell’Ufficio Immigrazione della Questura che hanno provveduto ad accompagnare il cittadino ivoriano presso l’aeroporto di Milano Malpensa, ove lo stesso veniva imbarcato su un volo della Royal Air Maroc diretto a Casablanca e successivamente in Costa d’Avorio con il definitivo allontanamento dall’Italia.


27/10/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

25/05/2024 04:47:40