Questura di Monza e della Brianza

  • via Montevecchia n° 18 - 20900 MONZA ( Dove siamo)
  • telefono: 039/24101
  • email: Consultare "Orari e Uffici"

La Polizia di Stato arresta 60enne per tentato omicidio: accoltella condomino per futili motivi relativi alla gestione dei cani.

CONDIVIDI
sequestro arma bianca

Nell’ambito dei dispositivi di vigilanza e controllo del territorio disimpegnati dalle pattuglie della Questura di Monza e della Brianza, verso le ore 14.10 di mercoledì 15 agosto, a seguito di una segnalazione alla Sala Operativa da parte di una cittadina che riferiva delle urla riconducibili ad una lite furiosa nelle scale del condominio, due equipaggi dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico - Squadra Volanti raggiungevano il luogo segnalato e notavano un giovane seduto su di una panchina del cortile dell’edificio con la maglietta sporca di sangue all’altezza dell’addome, che consegnava agli Agenti della Polizia di Stato il coltello con cui era stato colpito, riferendo di conoscere l’aggressore, da poco allontanatosi.

Sulla base della descrizione fornita dalla vittima, gli equipaggi delle Volanti iniziavano immediatamente la ricerca dell’autore del reato, rintracciandolo, con i calzoni sporchi di sangue, in una via vicina nel mentre, alla vista delle pattuglie, tentava di nascondere un altro coltello da cucina di lunghezza complessiva di 35 cm sotto un materasso abbandonato in strada.

L’aggressore, prontamente immobilizzato, riferiva spontaneamente agli Agenti di aver accoltellato poco prima un giovane nel pianerottolo del condominio per un diverbio generato dal comportamento dei cani della vittima, al culmine del quale si era recato presso l’abitazione per recuperare due grossi coltelli da cucina, con cui colpiva all’addome, all’altezza del costato, la vittima che, fortunatamente, indietreggiava, e veniva attinto con minore violenza.

La vittima veniva trasportata all’ospedale San Gerardo in codice giallo, non in pericolo di vita, da cui veniva dimesso con 10 gg. di prognosi per ferita lacerocontusa sulla parte destra dell’addome all’altezza del fegato.

   L’aggressore, cittadino italiano 60enne, con precedenti per spaccio di droga, furto, rapina, minacce e possesso di oggetti atti ad offendere, specie coltelli di grosse dimensioni, residente nello stesso palazzo della vittima, non è nuovo ad episodi di disturbo all’interno del condominio e, spesso ubriaco, intraprende accese discussioni con i condomini per i motivi più futili, che spesso terminavano con minacce di morte. In particolare, nel mese di maggio, il 60enne veniva segnalato da diversi condomini perché, in stato di alterazione, infrangendo la finestra dell’androne e brandendo un coltello ed un accendino, minacciava di dare fuoco all’edificio, riuscendo a danneggiare con le fiamme l’appartamento sito al terzo piano dello stabile. Indagato per tale motivo dalla Questura di Monza e della Brianza, recentemente è stato denunciato anche per aver appiccato un incendio in Villa Mirabello a Monza.

L’aggressore risultava altresì sottoposto alla misura alternativa alla detenzione dell’affidamento in prova ai servizi sociali e per tale motivo l’arresto è stato segnalato anche al competente Tribunale di Sorveglianza di Milano che ha immediatamente revocato il provvedimento.

In relazione ai fatti avvenuti nel pomeriggio di ferragosto, sussistendo la flagranza del reato di tentato omicidio, i poliziotti della Questura di Monza e della Brianza traevano in arresto il 60enne, che veniva posto a disposizione della Procura della Repubblica di Monza ed associato presso la Casa Circondariale di Monza.


18/08/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

29/05/2024 19:22:55