Questura di Messina

  • Via Placida, 2 - 98121 MESSINA ( Dove siamo)
  • telefono: 0903661
  • email: dipps145.00F0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Squadra Mobile: Operazione Provider

CONDIVIDI

Smantellata associazione a delinquere finalizzata all’accettazione e raccolta di scommesse clandestine. Sequestrate otto società informatiche

Stamani la Squadra Mobile di Messina, con la collaborazione delle Squadre Mobili di Roma, Napoli, Latina, Lecce, Foggia e Sassari e della Sezione della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni di Catania, ha dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tredici soggetti, tre dei quali in carcere e dieci agli arresti domiciliari, residenti in vari centri del territorio nazionale, in quanto ritenuti responsabili di far parte di un'associazione a delinquere finalizzata all'accettazione e raccolta di scommesse clandestine.

L'organizzazione criminale utilizzava siti internet clonati, apparentemente identici a quelli autorizzati dall'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, collegati a provider aventi sede all'estero, con lo scopo di effettuare scommesse on line e giocate a casinò virtuali.

Inoltre la banda si occupava della distribuzione e commercializzazione di biglietti di lotteria istantanea del tipo "Gratta e Vinci" senza l'autorizzazione dei Monopoli di Stato ovvero riferentesi a lotterie non più in corso.

L'attività, estremamente remunerativa, veniva svolta in totale evasione fiscale, realizzando un'ingente truffa ai danni dello Stato.

I provider avevano sede in Paesi esteri, quali Malta ed Austria, con sede sociale prevalentemente in Inghilterra.

Tra gli espedienti utilizzati per ingannare i clienti vi era anche quello di utilizzare homepages raffiguranti la Città del Vaticano, cliccando sulle quali si accedeva ad un poker on line.

Le indagini sono state effettuate utilizzando i più sofisticati sistemi investigativi in uso alla Polizia Postale ed hanno consentito di giungere anche al sequestro di otto società, alcune delle quali informatiche che predisponevano i software necessari, nonché di numerosi conto correnti postali e bancari.

Nel corso delle indagini è emerso che nel 2009, un cliente si è suicidato per la forte esposizione debitoria contratta giocando on line.

Tra le persone colpite da provvedimento restrittivo figura l'attuale direttore del casinò "Venezia Vittoriosa" sito in Malta.

Diversi siti on line sono stati oscurati e su di essi da oggi compare la dicitura "MINISTERO DELL'INTERNO ACCESSO NEGATO".

Il volume di affari del sodalizio criminale è stimato in diverse centinaia di migliaia di euro.


02/12/2011

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

15/07/2024 14:33:38