Questura di Messina

  • Via Placida, 2 - 98121 MESSINA ( Dove siamo)
  • telefono: 0903661
  • email: dipps145.00F0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

PROGETTO FAMI "SPID - SOSTEGNO ALLA PROMOZIONE DELL'INCLUSIONE E DEI DIRITTI"

CONDIVIDI
Questura di Messina

LINEE GUIDA PER IL RILASCIO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO PER:

PROTEZIONE INTERNAZIONALE - PROTEZIONE SUSSIDIARIA - PROTEZIONE SPECIALE - PROTEZIONE TEMPORANEA - MINORE ETÀ - AFFIDAMENTO - INTEGRAZIONE.

 

TITOLI DI SOGGIORNO CONNESSI ALLA RICHIESTA ED AL RICONOSCIMENTO PROTEZIONE INTERNAZIONALE - PROTEZIONE SUSSIDIARIA - PROTEZIONE SPECIALE - PROTEZIONE TEMPORANEA - AFFIDAMENTO - INTEGRAZIONE - MINORE ETÀ.

 

Documenti da produrre in copia, esibendo gli originali e/o in aggiunta agli originali, il giorno della convocazione presso l’Ufficio Immigrazione della Questura, per qualsiasi tipologia di titolo di soggiorno richiesto:

 

  • marca da bollo da €16,00;

 

  • passaporto o documento/titolo di viaggio in corso di validità (e copia delle pagine coi dati anagrafici e la scadenza, visti e timbri), se in possesso;

 

  • codice fiscale, solo se già in possesso;

 

  • nr. 04 fototessere del richiedente, più nr. 04 fototessere degli eventuali figli minori degli anni 14 da inserire nel permesso di soggiorno (i figli devono essere presenti alla convocazione);

 

  • certificazione attestante l’attuale dimora: certificato di residenza, oppure dichiarazione di ospitalità/cessione di fabbricato con allegato il documento d’identità del dichiarante/cedente, vidimata dall’ufficio ricevente o con ricevuta di spedizione alla Questura di Messina.

 

N.B.:  Il giorno della consegna e dell’attivazione del permesso di soggiorno, dovranno presentarsi solo i genitori ed i figli minori di età superiore a sei anni.

 

INOLTRE, in base al tipo di permesso di soggiorno richiesto:

 

RICHIESTA ASILO POLITICO

Formato cartaceo - Istanza da presentare in Questura

Il titolo è rilasciato dalla Questura in attesa delle determinazioni della competente Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale che, ai sensi della normativa sopra citata, ha la validità di sei mesi, decorsi i quali è rinnovabile di sei mesi in sei mesi. Consente lo svolgimento dell’attività lavorativa trascorsi sessanta giorni dalla formalizzazione della domanda.

PER IL RILASCIO:

  • Istanza di riconoscimento della Protezione Internazionale (mod. C3).

PER IL RINNOVO:

  • Istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per richiesta asilo politico in attesa della decisione della competente Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale o documentazione relativa all’eventuale procedimento giurisdizionale instaurato in seguito alla proposizione da parte del richiedente asilo del ricorso avverso la decisione della Commissione di non riconoscere la Protezione Internazionale.

 

RILASCIO ASILO POLITICO

Formato elettronico - Istanza da presentare in Questura

  • solo se proviene da altra provincia, decisione della Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione Internazionale che riconosce lo status di rifugiato;
  • eventuale sentenza che riconosce lo status;
  • pagamento del bollettino postale per la smart card (€ 30.46).

 

RINNOVO ASILO POLITICO

Formato elettronico - Istanza da presentare con kit postale

  • solo se proviene da altra provincia, decisione della Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione Internazionale che riconosce lo status;
  • eventuale sentenza che riconosce lo status;
  • pagamento del bollettino postale per la smart card (€ 30.46).

 

RILASCIO/RINNOVO PROTEZIONE SUSSIDIARIA

(D. Lgs. 251/2007 e ss.mm. ed ii. e D. Lgs. n.25/2008 e ss.mm. ed ii.)

Formato elettronico - Istanza da presentare in Questura

  • solo se proviene da altra provincia, decisione della Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione Internazionale che riconosce lo status in questione;
  • eventuale sentenza che riconosce lo status;
  • pagamento del bollettino postale per la smart card (€ 30.46).

 

RILASCIO/RINNOVO PROTEZIONE SPECIALE

(artt.32, comma 3 D. Lgs. 25/ 2008 e ss.mm. ed ii. e 19, commi 1 e 1.1 T.U.I. e ss.mm. ed ii.)

Formato elettronico - Istanza da presentare in Questura

  • decreto della Commissione Territoriale competente per il riconoscimento della Protezione Internazionale che riconosca la Protezione Speciale ovvero sentenza che riconosca la Protezione medesima;
  • pagamento del bollettino postale per la smart card (€ 30.46).

 

PROTEZIONE TEMPORANEA

Formato elettronico - Istanza da presentare in Questura

PER IL RILASCIO:

  • presentazione istanza in Questura da parte di cittadini Ucraini che abbiano lasciato il proprio Paese dal 24 febbraio 2022 in poi.

PER IL RINNOVO:

  • chi è già in possesso del permesso di soggiorno per Protezione Temporanea riportante la data di scadenza del 04.03.2023 oppure del 31.12.2023, non deve presentarsi in Questura, poiché la scadenza di tale permesso è prorogata ex lege fino al 31.12.2024;
  • chi ha presentato domanda per il permesso di soggiorno ed è attualmente ancora in possesso della ricevuta rilasciata dalla Questura, deve consultare lo stato della propria pratica all’indirizzo https://questure.poliziadistato.it/stranieri/ inserendo il numero di pratica indicato dalla Questura sulla ricevuta.

 

MINORE ETÀ o AFFIDAMENTO DI M.S.N.A.

 

Per Minore Età: Formato cartaceo - Istanza da presentare in Questura

Rilasciato ai minori stranieri quando non sussistono i presupposti per il rilascio delle altre tipologie di permesso di soggiorno (per motivi familiari, per affidamento, richiesta asilo, etc.).

  • tutela nominata dal Tribunale dei Minorenni (in assenza, la dichiarazione del rappresentante legale della struttura in cui è accolto il minore straniero non accompagnato).

 

Per Affidamento: Formato elettronico - Istanza da presentare in Questura

Rilasciato ai minori stranieri conseguentemente all’emissione di specifico provvedimento di affidamento:

  • provvedimento dell’Autorità competente che decreta l’affidamento del minore non accompagnato in una Comunità, anche di tipo familiare, o in un istituto di assistenza pubblico o privato (art.2, comma 2, legge n.184/83);
  • se il minore è ultraquattordicenne è necessario richiedere alla Questura competente l’autorizzazione a presentare kit postale;
  • bollettino postale per la smart card (€ 30,46).

N.B.: se il minore ha meno di quattordici anni, il permesso di soggiorno verrà rilasciato in formato cartaceo e l'istanza dovrà essere presentata presso la Questura.

 

INTEGRAZIONE

Formato elettronico – Istanza da presentare in Questura

Rilasciato ai MSNA in procinto di diventare maggiorenni conseguentemente all’emissione di specifico provvedimento giudiziario:

  • provvedimento dell’A.G. competente che decreta il c.d. prosieguo amministrativo in favore dei minori stranieri non accompagnati, che hanno un permesso di soggiorno per minore età o affidamento e stanno per compiere 18 anni, attribuendo loro la possibilità di proseguire il proprio percorso di accoglienza ed integrazione in Italia, fino al compimento dei 21 anni. Il prosieguo amministrativo è disposto dal Tribunale per i minorenni, su ricorso del tutore o del pubblico ministero o anche su richiesta dei servizi sociali (art. 13 Legge n. 47/2017).
  • bollettino postale per la smart card (€ 30,46).

 

COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ DI M.S.N.A. – CONVERSIONE IN:

STUDIO – ATTESA OCCUPAZIONE – LAV. SUBORDINATO – LAV. AUTONOMO

Formato elettronico - Istanza da presentare con kit postale

Al raggiungimento della maggiore età, allo straniero già titolare di Permesso di Soggiorno per Minore Età, per Affidamento o Integrazione, può essere rilasciato un Permesso di Soggiorno per motivi di studio, di accesso al lavoro, di lavoro subordinato o autonomo, per esigenze sanitarie o di cura:

  • fotocopia del permesso di soggiorno da convertire;
  • provvedimento dell’Autorità competente che decreta l’affidamento del minore non accompagnato in una Comunità, anche di tipo familiare, o in un istituto di assistenza pubblico o privato (art.2, comma 2, legge n.184/83) e l’ammissione del minore, per un periodo non inferiore a due anni, ad un progetto di integrazione sociale e civile gestito da un ente pubblico o privato che abbia rappresentanza nazionale e che comunque sia iscritto nel registro istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'articolo 52 del d.P.R. n.394/99 e ss.mm. ed ii.;
  • parere favorevole Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, salvo ipotesi in cui questo non sia necessario, ai sensi dell’art. 32 T.U.I.;
  • fotocopia del parere positivo alla conversione da parte dei consulenti del lavoro e degli altri professionisti di cui alla Legge 12/1979 oltre che dalle organizzazioni dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale alle quali il datore di lavoro aderisce o conferisce mandato (se i minori sono entrati in Italia da almeno 3 anni, e sono stati ammessi per un periodo non inferiore a due anni, ad un progetto di integrazione sociale e civile, NON SERVE il parere positivo alla conversione da parte dei su indicati professionisti e l’istanza di conversione deve essere invece documentata con certificazione rilasciata dall’ente gestore del progetto di integrazione, corredata della prova della frequenza di un corso di studi o dello svolgimento, o dell’opportunità di svolgimento, di un’attività lavorativa);
  • bollettino postale di 30,46 euro per il PSE (permesso di soggiorno elettronico) + il contributo (di 40 euro per il permesso per lo studio o attesa occupazione (durata di un anno) e 50 euro per lavoro (durata di due anni);
  • fotocopia del certificato di iscrizione scolastica o fotocopia del contratto di lavoro, una busta paga se già disponibile, o fotocopia del certificato di iscrizione al Centro per l’Impiego;
  • dichiarazione di ospitalità e mantenimento da parte del soggetto al quale è in carico (se la persona fisica è diversa dal proprietario dell’alloggio è necessaria una dichiarazione di consenso del proprietario dell’alloggio e la fotocopia della carta d’identità del titolare del contratto di affitto e del proprietario dell’alloggio).

 

 

PER OGNI ULTERIORE INFORMAZIONE, ANCHE RIFERITA ALLA POSIZIONE DEI SINGOLI MIGRANTI, L’UFFICIO IMMIGRAZIONE RICEVERÀ I REFERENTI DEI CENTRI DI ACCOGLIENZA OGNI MERCOLEDÌ MATTINA DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 13.


22/02/2024

15/04/2024 19:54:35