Questura di Massa Carrara

  • Via del Patriota n.1 - 54100 MASSA ( Dove siamo)
  • telefono: 0585-4941
  • fax: 0585-494777
  • email: urp.quest.ms@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

La Polizia di Stato a Carrara incontra con il Prefetto gli studenti, per ricordare le vittime della strada

Polizia Stradale

La Polizia di Stato a Carrara incontra con il Prefetto gli studenti, per ricordare le vittime della strada

 

 

9 morti, 420 feriti, 677 incidenti, 1.675 persone coinvolte, questo è il bilancio dei sinistri stradali che emerge dai dati forniti dalla Prefettura, sui primi sei mesi del 2019 nella provincia di Massa Carrara. Rispetto allo stesso periodo di un anno fa il numero dei morti e feriti è leggermente diminuito, ma è tuttavia aumentato quello degli incidenti. Gli under 30 e, ancor di più, gli over 60 sono le categorie maggiormente coinvolte, mentre è la fascia oraria dalle 11 alle 17 quella in cui si sono verificati il maggior numero degli episodi, anche se in linea di massima questi sono distribuiti lungo un po’ tutta la giornata. Numeri impressionanti che sono stati resi noti il 20 novembre 2019 in occasione della “Giornata nazionale delle vittime della strada”, un momento importante di riflessione e di sensibilizzazione che il Prefetto Paolo D’Attilio e il Questore Giuseppe Ferrari, unitamente alla Dirigente la Sezione Polizia Stradale Rossella De Gregorio,  alla presenza dei vertici di tutte le Forze dell’Ordine, hanno voluto celebrare a contatto con le nuove generazioni. Nell’aula magna del liceo artistico “Gentileschi” di Carrara, le Autorità istituzionali hanno voluto incontrare i ragazzi delle classi quarte della scuola, per sensibilizzarli sull’importanza della sicurezza in strada.

Il Prefetto D’Attilio ha sottolineato l’importanza di pòromuovere la giornata tra i ragazzi. “Questo deve essere un momento di riflessione, purtroppo siamo sempre abituati a pensare che tanto non toccherà a me, ma non è così. La presenza delle Autorità in mezzo ai giovani vuole essere un segnale di sensibilizzazione verso il tema della sicurezza stradale, con le nuove generazioni.”

A illustrare agli studenti i rischi che ogni giorno si corrono quando si viaggia a bordo di auto, scooter o anche se semplicemente si va a piedi, è stata la Dirigente della Sezione Polizia Stradale Commissario Capo Rossella De Gregorio. Il suo è stato un intervento per nulla edulcorato e diretto a una platea che ha ascoltato attenta un tema che la tocca da vicino quotidianamente. Anche attraverso la proiezione di video di incidenti il Funzionario della Polizia di Stato ha così ricordato alle ragazze e ai ragazzi quelle che, apparentemente, sono semplici regole, ma che possono salvare la vita.

Anzitutto, ha detto la dr.ssa De Gregorio: “Si deve partire da un semplice termine: distanza di sicurezza. Basta davvero poco per perdere tutto, perché si va troppo veloci o non si ha tempo di frenare, quando si è alla guida una semplice disattenzione può significare la morte, la fine dei sogni e una ferita che non si sanerà mai per chi ci vuole bene. Altri casi frequenti di incidenti derivano poi dall’uso improprio del telefonino, dall’assunzione di alcool e droghe, dal mancato utilizzo del casco e delle cinture di sicurezza.


22/11/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

24/01/2020 12:04:24