Questura di Massa Carrara

  • Via del Patriota n.1 - 54100 MASSA ( Dove siamo)
  • telefono: 0585-4941
  • email: dipps149.00f0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Commissariato P.S. Carrara

CONDIVIDI

Arrestato latitante per violenza sessuale

Un cittadino rumeno di 28 anni, M. V., latitante e ricercato, è stato arrestato con un operazione congiunta degli agenti del Commissariato di P.S. di Carrara e della Polizia Municipale di Carrara.

M.V. era ricercato dal 2008, ossia da quando la Procura di Massa aveva emesso un ordine di custodia cautelare in carcere per il reato di "violenza sessuale" compiuta in danno di una donna rumena di 46 anni.

La violenza era avvenuta nel settembre del 2008 all' interno dell' abitazione della donna, connazionale di M.V. e madre di un ragazzo suo coetaneo, ove il rumeno era ospite temporaneo.

Una sera, approfittando dell' assenza del figlio della donna, M.V., in preda ai fumi dell' alcol, dopo essersi denudato, era entrato all' interno della stanza da letto della signora e l' aveva aggredita con l' intenzione di violentarla.

La donna era stata spogliata e palpeggiata con la forza da M.V. che aveva anche tentato di abusare di lei, circostanza non riuscita solo per la strenua resistenza della donna rumena che era riuscita a divincolarsi e a fuggire fuori dall' abitazione, cercando rifugio da una vicina di casa, anch' essa di nazionalità rumena.

L' amica aveva condotto la donna, in stato di "shock", al pronto soccorso dell' ospedale di Carrara, ove era stata medicata per le lesioni cagionategli dal giovane connazionale nel tentativo di abusare di lei e dimessa con una prognosi di venti giorni.

La donna aveva denunciato il fatto alla polizia solo il giorno seguente, dopo avere passato la notte dall' amica per il timore di rientrare a casa; gli agenti dell' Anticrimine si erano subito recati nell' abitazione della signora per rintracciare M.V. ma avevano trovato la sua stanza vuota, poiché lo stesso si era dileguato subito dopo il fatto, facendo perdere le proprie tracce.

Nei giorni seguenti M.V. aveva inviato anche dei messaggi con il suo telefonino alla vittima contenenti delle minacce, poiché aveva saputo di essere stato denunciato alla polizia.

Sulla base delle indagini svolte dagli operatori del Commissariato, la Procura di Massa emetteva un Ordine di custodia cautelare in carcere a carico di M.V. che però non veniva eseguito, dal momento che le reiterate ricerche del medesimo compiute dagli uomini della Squadra Anticrimine, estese a tutto il territorio nazionale, davano esito negativo.

Per questo motivo il GIP dichiarava la "latitanza" di M.V. che veniva successivamente condannato in contumacia dal Tribunale di Massa alla pena di anni 1 e mesi 8 di reclusione.

A seguito della condanna veniva pertanto emesso un ordine di carcerazione a carico di M.V. che veniva eseguito nella giornata di ieri.

M.V. veniva infatti fermato nel centro di Carrara con una operazione congiunta degli agenti della Squadra Volante del Commissariato e del Nucleo Infortunistica della Polizia Municipale di Carrara.

A notare la presenza di M.V. è stata una pattuglia dei Vigili Urbani che, evidenziando nella circostanza particolare spirito di osservazione e solerzia, notava il fare sospetto del giovane e richiedeva l'ausilio di un equipaggio della Squadra Volante del Commissariato, per procedere all' identificazione dell' uomo.

È bastato un rapido controllo degli agenti della Squadra Volante alla banca dati per verificare che in capo all' uomo pendeva un provvedimento di cattura.

M.V. è stato quindi ammanettato e condotto in Commissariato, dove gli veniva notificato l' ordine di carcerazione; successivamente il cittadino rumeno veniva trasferito al carcere a Massa per l' espiazione della pena detentiva.

Gli agenti hanno accertato che M.V. era rientrato in Italia da poche settimane, dopo avere trascorso il periodo di latitanza in Romania per sfuggire alla giustizia italiana, paese ove si era recato subito dopo avere commesso la violenza.

Sono in corso di accertamento i motivi circa il suo rientro in Italia e soprattutto circa la sua presenza a Carrara.


14/10/2011

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

16/06/2024 05:52:35