Questura di Massa Carrara

  • Via del Patriota n.1 - 54100 MASSA ( Dove siamo)
  • telefono: 0585-4941
  • fax: 0585-494777
  • email: urp.quest.ms@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

La Polizia di Stato ha individuato l’autore di una rapina, consumata ai danni di una sala giochi a Massa

Volante

Rapinatore solitario per un giorno, un non professionista smascherato dalla Polizia in pochi giorni. Messo alle strette dagli inquirenti ha confessato, ha collaborato e alla fine ha anche chiesto scusa per aver commesso la rapina ad una sala slot di Massa il 22 marzo scorso.

Era la sua prima rapina, messa a punto all’ora di pranzo e per motivi che non sono legati al consumo di sostanze stupefacenti. Il comportamento del malvivente solitario ha indotto il Pubblico Ministero, dopo il fermo operato dalla Squadra Mobile della Questura di Massa Carrara, che ha svolto minuziose indagini, a indagarlo in stato di libertà per rapina.

Nei guai è finito un massese, poco più che ventenne, senza particolari precedenti penali. Un giovane disoccupato con qualche disagio sociale, che da poco vive da solo. E’ lui l’autore della rapina messa a punto come detto il 22 marzo 2019 alla sala Magic Slot 1, di viale Carducci a Massa. Il giovane, intorno alle 13.00, si era fatto consegnare, minacciando la cassiera facendole credere di avere un’arma, circa 600 €.  La rapina era avvenuta nel giro di pochi minuti, quando l’individuo, a volto scoperto, era entrato nel locale dove erano presenti dei clienti, aveva pronunciato poche parole in italiano, si era fatto consegnare il denaro ed era scappato su uno scooter.

L’allarme alla Polizia era scattato al 113 immediatamente. Una fuga rocambolesca nella quale il ventenne aveva anche perso il casco. Proprio il copricapo, insieme ad altri elementi, come le immagini del sistema di videosorveglianza, ricostruiti dalle indagini e dalle verifiche della Polizia, hanno permesso di arrivare alla sua individuazione in tempi rapidi. Così gli agenti hanno bussato alla porta del giovane che, messo alle strette, ha collaborato consegnando ai poliziotti anche i capi di abbigliamento indossati il giorno della rapina.

L’uomo potrebbe aver scelto una sala slot, perché si tratta di attività economica con un sistema di protezione più facile da superare, rispetto ad altri, oltretutto in una zona dalla quale ci si può allontanare con facilità. Il giovane non ha fornito alcuna indicazione circa i motivi che lo hanno indotto a consumare la rapina, ha però promesso che non avrebbe più commesso in futuro gesti analoghi.


08/04/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/09/2019 16:45:51