Questura di Massa Carrara

  • Via del Patriota n.1 - 54100 MASSA ( Dove siamo)
  • telefono: 0585-4941
  • fax: 0585-494777
  • email: urp.quest.ms@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Smantellato sodalizio criminoso dedito allo spaccio di cocaina nelle frazioni di Bonascola e Marina di Carrara

foto droga Carrara

A fronte del riscontrato avvicinamento al mondo della droga da parte di una utenza sempre più giovane, questo Commissariato di P. S. ha ritenuto di promuovere incisivi, specifici servizi sul territorio finalizzati alla prevenzione/repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, intensificando le attività di contrasto sui luoghi di prevalente aggregazione giovanile.

In tale ambito si colloca un’articolata e laboriosa attività d’indagine, condotta dalla locale Squadra di Polizia Giudiziaria in stretta sinergia con l’Ufficio “Volanti” sotto l’egida della Procura di Massa, conclusasi con l’irrogazione di tre misure cautelari coercitive nei confronti di tre giovani cittadini carraresi di 36, 27 e 24 anni.

Le meticolose operazioni di osservazione, durate per circa un anno, hanno permesso di risalire ad una fitta attività di spaccio di cocaina avente il suo polo principale in frazione Bonascola, ma ben ramificata anche in prossimità dei principali luoghi di aggregazione giovanile in località Marina di Carrara: le cessioni al dettaglio avvenivano a seguito di rapide intese telefoniche o nell’ambito di incontri fortuiti coi consumatori, a riprova della disponibilità di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente che, quindi, assicuravano considerevoli profitti agli indagati.

Gli investigatori, mediante serrati e continuativi servizi di appostamento e pedinamento, hanno proceduto alla rilevazione di plurime cessioni di dosi di cocaina con susseguente rintraccio e perquisizione degli acquirenti, molti dei quali ben inseriti negli ambienti imprenditoriali ed artistici del locale contesto sociale: i quantitativi rinvenuti, debitamente vincolati a sequestro, hanno inoltre portato all’esecuzione di perquisizioni domiciliari nei confronti dei tre indagati, risultati detentori di discreti quantitativi di stupefacente in procinto di essere tagliato, confezionato in dosi ed immesso sul mercato a beneficio dell’ampia rete di assuntori.

L’impianto accusatorio così allestito, alla luce della gravità delle condotte di cessione poste in essere e della stabilità del vincolo associativo preordinato all’illecita attività lucrativa, ha portato all’emissione di tre misure cautelari coercitive, di cui due custodiali (arresti domiciliari) ed una inerente l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

La descritta attività investigativa testimonia il costante impegno al determinato e volitivo contrasto all’esecrabile fenomeno dell’illecita diffusione di sostanze stupefacenti, in particolare negli ambiti giovanili cittadini, ponendosi l’ambizioso traguardo di  fornire le più opportune  risposte alle verosimili ed emergenti problematiche di potenziale afflizione delittuosa al contesto urbano collettivo,  adeguando gli  interventi  ai  continuativi e fisiologici mutamenti del tessuto sociale, anche al fine di realizzare significative azioni di proporzionato ed efficace contrasto ad ogni potenziale situazione di aggressione all’ordinata convivenza civile.  


01/09/2018
(modificato il 03/09/2018)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

16/10/2019 16:46:45