Questura di Mantova

  • Piazza Sordello n.46 - 46100 MANTOVA ( Dove siamo)
  • telefono: 03762051
  • email: gab.quest.mn@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Perseguita e molesta per mesi l’ex convivente e viola il divieto di avvicinamento - Arrestato dalla Polizia

CONDIVIDI
Arresto Squadra Mobile

 

Questa mattina all’alba gli uomini della Squadra Mobile hanno individuato nella propria abitazione a Mantova, e quindi arrestatoin conseguenza delle plurime trasgressioni di divieto di avvicinamento alla ex convivente – un 35enne mantovano abitante nel Capoluogo, con a carico vari precedenti penali e di Polizia per reati contro il patrimonio, contro le persone e per spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli episodi di stalking hanno avuto circa un anno fa, allorquando la vittima ha iniziato a subire incessanti molestie da parte di costui, il quale ha continuato senza tregua a sottoporla ad una assillante attività persecutoria posta in atto con maltrattamenti, insulti e minacce, oltre che ad una prolungata attività oppressiva – motivata da una gelosia morbosa e violenta – consistente in continui appostamenti sotto casa, pedinamenti, persistente invio di messaggi e chiamate telefoniche contenenti esplicite minacce nei confronti della perseguitata.

Le attività di stalking si sono susseguite in maniera talmente violenta, pressante ed invasiva – nonostante un Ordine restrittivo di avvicinamento emesso a carico dell’ ex compagno – da rendere la vita impossibile alla giovane vittima, tanto da indurla, esasperata, a cambiare le proprie abitudini di vita al fine di sottrarsi a questa vera e propria persecuzione. Non più in grado di sopportare violenze e soprusi, la donna, nei giorni scorsi, ha deciso di formalizzare, negli Uffici della Questura, una denuncia contro il suo persecutore.

Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura, pertanto, dopo aver verificato attentamente le dichiarazioni rese dalla vittima, hanno trasmesso immediatamente il dossier alla Procura della Repubblica di Mantova con la richiesta di un significativo aggravamento delle Misure restrittive a carico dell’uomo; il Pubblico Ministero, in considerazione della gravità della situazione prospettata, ha a sua volta formulato una propria richiesta in tal senso al G.I.P. del Tribunale cittadino, il quale ha, di conseguenza, emesso con urgenza una Ordinanza di Cautelare in Carcere a carico del 35enne persecutore.

I poliziotti, quindi, all’alba di questa mattina, dopo aver individuato il soggetto all’interno della propria abitazione – ove da alcuni giorni si nascondeva evitando di rispondere al telefono ed al citofono, allo scopo di far credere di essere altrove – con non poca fatica, a causa della particolare insofferenza e di un tentativo di resistenza nei confronti degli Agenti che lo stavano arrestando, lo accompagnavano negli Uffici di Piazza Sordello.

Qui, durante le operazioni di Polizia finalizzate alla completa identificazione dell’uomo ed al compimento delle attività di Polizia Giudiziaria, occultato negli indumenti di costui veniva rinvenuto un involucro contenente una modesta quantità di sostanza stupefacente per uso personale.

Al termine della redazione degli atti di rito l’arrestato veniva trasferito alla Casa Circondariale di Mantova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nonché sanzionato per il possesso per uso personale di sostanza stupefacente

Il Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, in relazione alla reiterazione ed alla gravità dei fatti accaduti, nonché delle problematiche di varia natura che essi hanno comportato, ha dato disposizione alla Divisione Anticrimine della Questura di predisporre la richiesta di applicazione, nei confronti del 35enne persecutore, della Sorveglianza Speciale, una volta terminato l’iter processuale.


22/09/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/11/2021 03:42:16