Questura di Macerata

  • Piazza della Libertà, 15 - 62100 MACERATA ( Dove siamo)
  • telefono: 073325411
  • email: dipps144.00f0@pecps.poliziadistato.it

Operazione Babbo Natale a Macerata

CONDIVIDI
arresto

Volante e Squadra Mobile arrestano quattro donne\ladre

In questo periodo di festività natalizie, la Questura di Macerata ha ulteriormente rafforzato il controllo del territorio programmando servizi straordinari in collaborazione con le altre forze di Polizia nelle aree commerciali della provincia (Macerata, Civitanova Marche, Tolentino, Recanati, Matelica e Camerino), al fine prevenire episodi criminosi, specie di natura predatoria, che normalmente, approfittando del maggior movimento di persone e merci in occasione dello shopping natalizio, in questo periodo registrano un significativo aumento. Nel pomeriggio di due giorni fa un giovane di origini marocchine è stato denunciato per il furto di alcuni capi di abbigliamento dall'interno di un negozio del Cityper di Piediripa mentre due giorni fa, presso il centro commerciale Valdichienti, è stato tratto in arresto un altro giovane straniero responsabile di rapina ai danni di un negozio dal quale aveva asportato anche in questo caso capi di abbigliamento. Nel tardo pomeriggio di ieri invece gli agenti hanno tratto in arresto quattro donne di etnia nomade, S.P. di anni 25, S.T. di anni 22, S.A. di anni 21 e S.P. di anni 20 tutte domiciliate nella provincia di Ancona, con a carico molteplici pregiudizi penali soprattutto per reati contro il patrimonio, ritenute responsabili in concorso tra loro del reato di rapina consumata ai danni di un negozio di abbigliamento sito in questo centro. Verso le ore 17.30 infatti giungeva sul 113 una richiesta di intervento da parte della titolare del citato negozio la quale riferiva di aver subito poco prima il furto di svariati capi di abbigliamento ad opera di quattro donne che dopo essere state scoperte ed aver tentato la fuga, avevano ingaggiato una colluttazione con la commessa del negozio che le aveva rintracciate poco distante dall'esercizio commerciale. Immediatamente giungeva sul posto la "Volante" i cui agenti riuscivano ad intercettare le quattro donne che si stavano allontanando in gran fretta dal luogo in cui erano state segnalate dopo essersi liberate dall'inseguitrice. Poco prima infatti, mentre la commessa stava servendo alcuni clienti, aveva notato l'atteggiamento sospetto delle quattro donne che si aggiravano con fare sospetto all'interno del negozio come per coprirsi l'una con l'altra tant'è che dopo essersi impossessate di alcuni giubbotti di pregio, si erano allontanate in direzione di corso Matteotti. Seguite dalla commerciante che le invitava a restituire quanto rubato, le stesse dopo averla attirata in un vicolo, dopodichè minacciandola di morte, la accerchiavano tirandole addosso i giubbotti rubati poco prima (del valore totale di circa 1000 euro) e spintonaldola contro il muro. Una volta in questura, dove peraltro si recavano loro parenti che chiedevano il rilascio, le donne si opponevano con forza agli agenti iniziando ad urlare e piangere in modo teatrale oltre ad inscenare finti malori. La successiva attività di indagine immediatamente avviata da parte della Squadra Mobile non senza difficoltà considerata la reticenza delle donne fermate, consentiva di rinvenire in questo P.le Leopardi l'autovettura (una Fiat 500) con cui le donne erano giunte in città. All'interno del mezzo, è stata rinvenuta tantissima merce tra cui profumi, generi alimentari, giocattoli, materiale elettrico e biancheria intima, oltre a un portafoglio da donna con all'interno la somma di circa 1000 euro ed altri articoli per un valore complessivo di oltre 2000 euro, tutta merce oggetto di furto e quasi certamente di proprietà di negozi della zona. Durante la redazione del presente comunicato personale della Squadra Mobile è tuttora impegnato sul territorio per indagini volte al rintraccio dei negozi proprietari della merce parte dei quali sono già stati individuati nella zona di Corridonia. Le nomadi, una delle quali già sottoposta alla sorveglianza speciale di Pubblica di Sicurezza motivo per il quale non avrebbe dovuto lasciare il luogo di residenza, al termine dell'intensa attività terminata a tarda notte, sono state associate al carcere di Camerino a disposizione dell'A.G. La perquisizione effettuata sulle quattro donne, permetteva di rinvenire su una di loro una tronchesi che veniva sequestrata poiché utilizzata per staccare le placche antitaccheggio dai capi di vestiario presi di mira, mentre su una di loro veniva rinvenuta una vera e propria lista della spesa in cui erano indicati gli articoli da "razziare" che infatti sono stati rinvenuti tra la merce sequestrata. I servizi predisposti dalla Questura di Macerata, anche con l'impiego del Poliziotto di Quartiere nella zona centrale della città, proseguiranno per tutto il periodo delle festività natalizie.
09/01/2013
(modificato il 23/02/2013)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/02/2024 18:23:07