Questura di Macerata

  • Piazza della Libertà, 15 - 62100 MACERATA ( Dove siamo)
  • telefono: 073325411
  • email: urp.quest.mc@pecps.poliziadistato.it

Contrasto alla spaccio nella provincia di Macerata

CONDIVIDI

La Squadra Mobile arresta due persone

A parziale conclusione di una intensa attività investigativa finalizzata alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, la notte scorsa dopo giorni di serrati appostamenti e pedinamenti, personale della squadra mobile della questura di macerata, ,traeva in arresto, nel centro storico di Tolentino, una ragazza italiana, A.R. di anni 27, ed un cittadino tunisino, M.H. di anni 41 ,entrambi domiciliati a Tolentino, ritenuti responsabili, in concorso tra loro del reato di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo eroina e quindi di sottoporre a sequestro oltre 30 gr di eroina purissima, una discreta somma di denaro, bilancini di precisione e tutto l'occorrente per il confezionamento delle dosi di eroina da immettere sul mercato. A seguito di alcuni episodi di overdose verificatisi in provincia e fortunatamente finiti senza conseguenze gravi per le vittime, personale della sezione antidroga della Squadra Mobile aveva avviato una serie di mirate attivita' finalizzate a individuare gli autori delle cessioni di droga incriminate, ricostruire i possibili canali di spaccio e individuarne i responsabili.L'attività, fatta di pedinamenti ,appostamenti, escussione di giovani tossicodipendenti e soprattutto preliminarmente di analisi di tutta una serie di dati relativi a traffici telefonici di apparecchi abilmente individuati dagli investigatori, ha permesso, sin quasi dalle prime battute di individuare, in una giovane donna da tempo domiciliata nel centro storico di Tolentino ed in un suo amico convivente di nazionalita' tunisina i due possibili autori delle cessioni di droga incriminate. A questo punto, individuati i soggetti interessati , l'attività ha avuto un improvvisa quanto mai sperata impennata; immediatamente sono scattati serrati servizi di appostamento nei pressi dell'abitazione occupata dai due nel pieno centro storico di tolentino e pedinamento. Le investigazioni proprio in questa seconda fase operativa hanno consentito di raccogliere tutta una serie di elementi probatori di fondamentale importanza per una futura fase dibattimentale, sono stati infatti cristallizzate un svariate cessioni di stupefacente a tossicodipendenti della provincia, poi opportunamente tutti identificati. La notte scorsa, gli investigatori avuta oramai la certezza dell'illecita attività di spaccio gestita dai due arrestati, decidevano di intervenire nella flagranza del reato. Veniva quindi approntato l'ennesimo servizio di appostamento e pedinamento nelle vie del centro storico di Tolentino dove, dapprima veniva bloccata la donna, che proprio sotto gli occhi degli operanti, aveva effettuato l'ennesima cessione di stupefacente in favore di un tossicodipendente che, dopo averla contattata era giunto con la sua autovettura sul luogo convenuto, per effettuare l'acquisto. Subito dopo l'attenzione degli agenti si indirizzava nei confronti del magrebino che, in un primo momento, sfuttando il parapiglia creatosi, ne approfittava per dileguarsi e dirigersi verso un luogo ritenuto sicuro, dove occultare un consistente quantitativo di stupefacente, pronto per essere suddiviso in dosi da spacciare. Pensando che la situazione fosse ormai tranquilla, lo straniero faceva ritorno all'abitazione che divideva con la ragazza dove, veniva bloccato dagli agenti che avevano continuato l'attività di appostamento, riuscendo così a stroncare un importante canale di approvvigionamento per i tossicodipendenti della zona.
29/09/2012

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/01/2022 17:35:29