Questura di Lucca

Tra Natale e Santo Stefano ritirate 15 patenti e tolti 1.055 punti. In A/1 un camionista costretto a riposare dopo aver guidato troppo

CONDIVIDI
Tra Natale e Santo Stefano ritirate 15 patenti e tolti 1.055 punti. In A/1 un camionista costretto a riposare dopo aver guidato troppo

Giornate di intenso lavoro a cavallo del Natale da parte della Polstrada in Toscana, impegnata a garantire la sicurezza della circolazione lungo le principali arterie della regione.

Su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato l’attenzione è stata rivolta, in particolare, verso quelli che si mettono al volante senza cinture o con il telefonino in mano, nonché ai veicoli utilizzati per trasportare alimenti, al fine di salvaguardare così anche la salute dei consumatori in questi giorni in cui aumenta il commercio di cibo.

Tra la vigilia di Natale e Santo Stefano sono state impiegate 223 pattuglie, supportate dall’elicottero dell’8° Reparto Volo della Polizia di Stato, che hanno ritirato 15 patenti e decurtato 1.055 punti. I controlli hanno interessato 1.259 persone e 1.071 veicoli, con 520 infrazioni accertate e 7 conducenti positivi all’etilometro.

Gli autovelox e i telelaser hanno pizzicato 905 veicoli che andavano troppo velocemente e sui proprietari sono in corso le necessarie verifiche. Ad altri 203 automobilisti è stato intimato l’alt sul posto per contestare la velocità eccessiva, mentre 24 erano senza cinture e 14 quelli alla guida con il telefonino in mano.

Gli incidenti rilevati sono stati 10, mentre gli interventi di soccorso 156. Ben 19 sono stati i mezzi senza revisione, poi fermati per essere messi in regola.

I controlli sono ancora in corso, tant’è che stamane sull’A/1, vicino Calenzano (FI), una pattuglia della Sottosezione di Firenze Nord ha fermato un TIR bianco che trasportava frutta e verdura.

L’autista, un 45enne di Catania, era diretto ai mercati di Firenze e Venezia per scaricare la merce, ma i poliziotti lo hanno intercettato e condotto presso un’area attrezzata per pesare i veicoli e, così, sanzionare quelli con un carico eccessivo.

Il peso era nei limiti, ma dall’esame della scatola nera del mezzo si è scoperto che l’uomo non aveva riposato a sufficienza. Infatti, oggi avrebbe dovuto stare fermo per 9 ore e, invece, lo aveva fatto per appena 180 minuti, mettendo a rischio non solo la propria incolumità, ma pure quella degli altri da lui incrociati lungo il tragitto.

Gli investigatori hanno pure accertato che aveva sforato i limiti di velocità e, pertanto, il camionista è stato sanzionato in tutto con oltre 2.000 euro, oltre a 10 punti in meno sulla patente.

Lui non ha potuto proseguire il viaggio e si è fermato di fronte alla caserma della Polstrada, ove ha dovuto riposare per le 6 ore mancanti.


28/12/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

30/11/2021 07:41:35