Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 LODI ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • fax: 0371444777
  • email: urp.quest.lo@pecps.poliziadistato.it

Il Poliziotto un amico in più

Tema del concorso "Tutti liberi, nessuno escluso nel rispetto delle regole"

La Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione e l'UNICEF, nell'ambito del progetto di educazione alla legalità denominato "Il Poliziotto un amico in più" ha indetto un concorso rivolto agli alunni che frequentano la scuola dell'infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado ed il biennio della scuola secondaria di secondo grado.

Il tema del concorso è il seguente:

" TUTTI LIBERI, NESSUNO ESCLUSO NEL RISPETTO DELLE REGOLE".

L'iniziativa tende a favorire, coinvolgendo il mondo della scuola, lo sviluppo di una cultura della legalità, del rispetto dei diritti umani, della tolleranza e della solidarietà, contrastando fenomeni negativi quali il razzismo, la discriminazione ed ogni forma di pregiudizio nei confronti del "diverso".

L'obiettivo è quello di stimolare i minori a riflettere in maniera creativa attraverso le arti grafiche, gli elaborati e gli strumenti multimediali, su quali sono i comportamenti e le azioni da compiere per creare un ambiente civile in cui tutti vedano rispettati i propri diritti e siano liberi di agire in considerazione del bene altrui.

I lavori realizzati potranno concorrere per una delle seguenti categorie: opere letterarie (testi di giornalismo, saggistica, narrativa e poesia), arti figurative (manifesti, fotografie, disegni, plastici e progetti tridimensionali) e tecniche multimediali e televisive.

Gli stessi saranno inviati alla Questura di Lodi entro il 30 marzo; un'apposita commissione, nominata e presieduta dal Questore dott. Paolo PIFAROTTI, composta da un rappresentante del mondo scolastico, da un rappresentante provinciale dell'UNICEF e da un psicologo, individuerà l'opera maggiormente rappresentativa, tenuto conto della creatività, dell'originalità e della fantasia.

L'elaborato vincitore, per ogni categoria, a livello provinciale verrà inviato al Ministero dell'Interno ove una commissione centrale selezionerà quello ritenuto di maggior interesse a livello nazionale.

Nella mattinata del 5 marzo scorso, si è conclusa la fase d'incontro nelle scuole interessate della provincia tra un funzionario della Questura di Lodi (dott. Bruno PAGANI Dirigente delle Volanti) e gli alunni con i rispettivi insegnanti.

Le adesioni al progetto sopracitato sono state le seguenti:

  • Istituto "FUSARI" di Castiglione d'Adda, classe secondaria di 1° grado,
  • Istituto I Circolo ubicato in Corso Archinti di Lodi, tre sezioni della scuola d'infanzia;
  • Istituto I Circolo ubicato in Corso Archinti di Lodi, due classi della scuola primaria;
  • Istituto III Circolo ubicato in via Salvemini, due sezioni della scuola d'infanzia.

Negli incontri si è cercato, in collaborazione con il personale docente, di spiegare e far sentire ai bambini ed ai ragazzi che partecipano al concorso, ossia alle nuove generazioni che presto entreranno a far parte della nostra società in qualità di adulti, quanto siano importanti i valori della libertà e delle regole: libertà intesa quale possibilità di scegliere, di prendere decisioni e di assumere le responsabilità delle proprie azioni, regole quale insieme di vincoli previsti dalla collettività, per proteggere e sviluppare quest'ultima, che delimitano lo spazio di libertà del singolo.

La conoscenza e l'approfondimento dei temi legati alla libertà ed alle norme di fatto sono punto fondamentale nell'ambito di un progetto complessivo di valorizzazione dei temi connessi alla legalità e che favoriscono la collaborazione tra individui e la condivisione di valori positivi.

Così facendo di fatto si contrasta l'insorgere di idee legate all'esclusione del "diverso" cercando di ridimensionare quei comportamenti legati all'aggressività quali: il bullismo ed il vandalismo.


09/03/2012
(modificato il 10/03/2012)

Gallerie

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/10/2019 20:06:08