Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 LODI ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • fax: 0371444777
  • email: urp.quest.lo@pecps.poliziadistato.it

Il Questore di Lodi incontra gli studenti dell’Istituto “Tosi” di Codogno

CONDIVIDI

Il Questore di Lodi incontra i giovani dell'Istituto Agrario "Tosi" di CodognoIl Questore, Paolo Pifarotti, si confronta con i giovani e nasce un’interessante lezione sulla legalità e sulla sicurezza partecipata

<< Voi siete il futuro tangibile, i dirigenti del domani, credete sempre in quello che fate e andate avanti in armonia con le leggi>>. Sono queste le parole che il Questore di Lodi, Paolo Pifarotti, ha scelto per rivolgersi agli studenti dell'Istituto di agraria "Tosi" di Codogno, quando, mercoledì scorso si è recato personalmente nel plesso scolastico, rispondendo con entusiasmo all'invito rivoltogli dai rappresentanti di classe e dal consiglio di Istituto della scuola.

Il Questore ha parlato soprattutto di educazione alla legalità e di una nuova forma di sicurezza non più delegata solo ed esclusivamente alle Forze dell'Ordine ma ampliata a tutti i cittadini, una "sicurezza partecipata" dove ogni cittadino si deve sentire investito del compito di salvaguardare e difendere il bene comune. Non ha tralasciato, inoltre, una descrizione della situazione della provincia di Lodi che vista con gli occhi della Polizia può essere indicata come <<un'isola accettabile>> che, benché lontana dalla realtà della vicina Milano, deve convivere anch'essa con il problema della droga, degli extracomunitari clandestini, dei furti e del lavoro nero.

Rispondendo, poi, alle domande e alle curiosità degli studenti, il Questore ha ripercorso le tappe della sua carriera, soffermandosi sugli anni giovanili, sui diversi incarichi ricoperti all'interno della Polizia, soprattutto di quelli che lo hanno visto giovane funzionario impegnato nella sezione antiterrorismo, negli anni 80, ai tempi della "Prima Linea" e delle "Brigate Rosse".

Parlando del suo attuale incarico come Questore di Lodi, il dr. Pifarotti ha posto particolare accento sul lavoro svolto quotidianamente dalla Polizia, illustrando l'attività di prevenzione e di contrasto all'illegalità, descrivendo l'organizzazione degli uffici, elogiando tutti i suoi collaboratori di ogni ordine e grado e, soffermandosi, soprattutto sul ruolo femminile all'interno della Polizia di Stato che sta diventando sempre più indispensabile, in quanto grazie alla determinazione e alla sensibilità propria delle donne, vengono trattati particolari reati come quelli che si consumano all'interno delle famiglie, violenze ai danni di donne e minori, il reato di stalking e mobbing.

A conclusione dell'incontro, ad uno studente che ha chiesto di riassumere la figura del "Poliziotto", il Questore di Lodi ha risposto: << noi Poliziotti non siamo dei "Rambo", siamo semplicemente dei funzionari dello Stato impegnati a far rispettare le leggi (…) L'importante per noi è giungere al termine di ogni giornata consapevoli di aver difeso i propri ideali, di aver fatto il proprio dovere mettendosi a disposizione dei cittadini (…)>>.


10/02/2011
(modificato il 11/02/2011)

Gallerie

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/09/2021 19:12:12