Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 LODI ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • email: dipps199.00f0@pecps.poliziadistato.it

SETTE MISURE DI PREVENZIONE EMESSE DALLA QUESTURA DI LODI.

CONDIVIDI
misure

 

L’attività di analisi svolta dalla Divisione Anticrimine della Questura di Lodi sulle condotte penalmente rilevanti evidenziatesi in città e nella provincia di Lodi ha permesso l’adozione di una serie di misure di prevenzione da parte del Questore nei confronti di sette persone.

In particolare due persone sono state raggiunte dal provvedimento dell’Avviso Orale a mutare condotta, un diciannovenne responsabile di reati in materia di armi e stupefacenti poiché trovato in possesso di gr. 32 di hashish e di un coltello a scatto un perpetrati in provincia e un sessantenne, responsabile di reati contro la persona e il patrimonio commessi spesso in stato di ebbrezza, in particolare quale assiduo frequentatore di locali pubblici avendo abusato di alcoolici dava in escandescenza urlando e inveendo contro gli avventori in varie occasioni, come da proposta della Compagnia Carabinieri di Lodi.

Due provvedimenti di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in un comune della provincia sono stati adottati su proposta della Stazione Compagnia Carabinieri di Lodi a carico di un trentasettenne e di un cinquantenne residenti in altro comune della provincia, trovati entrambi alla guida di autovettura e in possesso di sostanza stupefacente tipo cocaina l’uno e hashish l’altro, acquistata nel comune da dove sono stati allontanati, e ove si erano recati con il solo intento di approvvigionarsene.

Infine sono stati emessi tre ammonimenti, due in materia di violenza domestica e uno per la condotta di stalking a carico di altrettante persone responsabili i primi due, entrambi quarantatreenni, di condotte violente culminate in lesioni ai danni delle rispettive compagne giudicate guaribili in giorni trenta per l’una e in giorni quindici per l’altra, mentre l’altro un ventiquattrenne, responsabile di condotte moleste e persecutorie ai danni dell’ex-fidanzata, seguendola per strada, e inviandole numerosi messaggi telefonici di molestia. Tali provvedimenti sono connotati da natura squisitamente preventiva finalizzata all’interruzione di pericolose escalation violente che in alcuni casi hanno purtroppo esiti fatali.

Sul punto, grazie alla sottoscrizione da parte del Questore di Lodi nel settembre 2022 del Protocollo Zeus, gli ammoniti hanno la possibilità di aderire ad uno specifico percorso psicologico riabilitativo seguito dal CIPM di Milano, volto al favorire la presa di coscienza dei propri agiti e a scongiurare il rischio di recidiva.


25/04/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

13/06/2024 10:26:26