Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 LODI ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • email: dipps199.00f0@pecps.poliziadistato.it

IINTENSIFICAZIONE DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E REPRESSIONE DEI REATI A CURA DELLA POLIZIA DI STATO.

CONDIVIDI
intensificazione dei servizi di prevenzione e repressione dei reati a cura della Polizia di Stato

 

Nell'ambito delle determinazioni assunte in sede di riunioni tecniche di coordinamento delle FF.PP. presiedute dal Signor Prefetto, sono stati intensificati i servizi di prevenzione per le imminenti festività pasquali.

Durante tali servizi, svolti dalla Polizia di Stato, gli agenti di una volante della Questura intervenivano presso il parcheggio dell'ex macello, poiché un cittadino aveva segnalato la presenza di un uomo che con fare sospetto era insistentemente alla ricerca di automobili aperte. Il soggetto, effettivamente aveva provato ad aprire le portiere delle auto in sosta.

Gli operanti, immediatamente intervenuti, coglievano lo stesso intento a frugare in una vettura lì parcheggiata e veniva pertanto accompagnato presso gli uffici della Questura. Gli agenti della Polizia di Stato rintracciavano la proprietaria della vettura che constatava l'ammanco di alcuni oggetti.

L'uomo, infatti, italiano residente fuori città e pluripregiudicato per piccoli reati contro il patrimonio, non era riuscito a sottrarre granché, grazie al tempestivo intervento delle volanti. Al termine degli accertamenti, il soggetto veniva deferito alla procura della Repubblica di Lodi per furto aggravato e danneggiamento.

L'attività esterna sul territorio delle volanti è poi proseguita con il controllo di numerosi veicoli. Una vettura in particolare destava l'attenzione degli agenti della Polizia di Stato, poiché alla verifica documentale gli occupanti, nordafricani e regolari sul territorio nazionale, apparivano nervosi.

Al termine delle verifiche emergeva infatti che il conducente era privo della patente di guida, ed anzi esibiva un documento risultato falsificato. Per questo gli operanti hanno eseguito il fermo del mezzo e il sequestro della patente esibita, a cui è seguita la denuncia alla Procura del Repubblica di Lodi per uso di atto falso da parte del guidatore che, peraltro è risultato avere già una condanna per uso di atto contraffatto.

Parallelamente la Squadra Mobile di Lodi ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla locale Procura della Repubblica a carico di un giovane cittadino romeno residente nel capoluogo. Il predetto è risultato infatti destinatario di un provvedimento di carcerazione inerente ad una sentenza di condanna alla pena di anni cinque di detenzione ed il pagamento di una multa di 1300 Euro poiché riconosciuto colpevole del reato di rapina aggravata in concorso, commessa il 12.11.2018 a Locate Triulzi ai danni di un altro ragazzo al quale, con la minaccia e la violenza aveva sottratto il telefono cellulare. Lo stesso è stato rintracciato nella sua abitazione e al termine delle formalità di rito è stato condotto presso la Casa Circondariale di Lodi.


08/04/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

13/06/2024 07:06:15