Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 LODI ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • email: dipps199.00f0@pecps.poliziadistato.it

IL QUESTURE EMETTE NUOVE MISURE DI PREVENZIONE PER CONTRASTARE IL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE - MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI: ULTERIORE ATTIVITA’ DELLA QUESTURA.

CONDIVIDI
IL QUESTURE EMETTE NUOVE MISURE DI PREVENZIONE PER CONTRASTARE IL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE.

 

Continua incessante l’attività della Divisione Anticrimine della Polizia di Stato impegnata nell’arginare il fenomeno della violenza di genere.

Attraverso le Misure di Prevenzione si cerca di contenere, sul nascere, situazioni pregiudizievoli.

Il Questore di Lodi, negli scorsi mesi di dicembre e gennaio, ha emesso ben cinque decreti di ammonimento sia per stalking che per violenza domestica cui si aggiungono i due di seguito descritti, emessi in queste ore nei confronti di due giovani ragazzi.

Il primo ammonimento, particolare perché vede protagonista una figlia che ha maltrattato la madre con percosse, minacce, offese, atteggiamenti provocatori e svilenti, è stato emesso nei confronti di una ragazza ventenne residente a Lodi, segnalata per l’uso di sostanze stupefacenti e con precedenti per rissa. Ulteriori ed analoghe condotte erano già state poste in essere nei mesi scorsi quando, a seguito di una violenta lite, ove erano intervenute anche le forze dell’ordine, la mamma era stata costretta a ricorrere a cure mediche con prognosi di nove giorni.

Il secondo episodio è stato emesso nei confronti di un ragazzo ventenne residente in Provincia che si è reso responsabile di atti persecutori (stalking) per aver molestato l’ex ragazza di soli 19 anni con continue ed assillanti telefonate, nelle quali la ingiuriava con epiteti svilenti, con ripetute incursioni presso i luoghi che la giovane frequentava, conoscendone la posizione in tempo reale, poiché le aveva installato sul cellulare, a sua insaputa, una applicazione di geo-localizzazione. Non pago delle sue condotte, il ragazzo ha fatto una vera e propria incursione nel parcheggio di un ristorante ove la vittima si trovava in compagnia di amici colpendone uno, per gelosia, con un pugno al viso. La ragazza, terrorizzata, si è recata presso la Divisione Anticrimine per raccontare il tutto e tentare interrompere tali condotte che l’hanno costretta, per seri disturbi alimentari, ad una considerevole perdita di peso e a intraprendere un percorso di sostegno psicologico.

La Questura invita a rivolgersi sempre alle Forze di Polizia nelle ipotesi in cui si subiscono o si assiste a fenomeni di prevaricazione o sopraffazione anche in ambito familiare.

 

Nell’ambito del già noto fenomeno dei minori stranieri non  accompagnati, successivamente all’arrivo, nei giorni scorsi, di un ulteriore soggetto minore di origine egiziana presentatosi presso il corpo di guardia della Questura al fine di un successivo inserimento in strutture preposte, è stato disposto un servizio mirato che ha portato all’individuazione di un connazionale maggiorenne deferito all’Autorità Giudiziaria locale per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, poiché lo aveva accompagnato da Milano a bordo treno.

E’ il secondo minore non accompagnato intercettato dalla Polizia di Stato, condotto in Lodi da altro soggetto anche questo egiziano, nel giro di due settimane. Proseguono gli approfondimenti volti ad accertare un eventuale collegamento tra i due “accompagnatori”, entrambi deferiti alla Procura della Repubblica di Lodi, o altri personaggi.

Le attività proseguono spedite stante il numero notevole di minori non accompagnati nel 2021 accolti presso le strutture di Lodi.


05/02/2022

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/04/2024 07:04:10