Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 LODI ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • fax: 0371444777
  • email: urp.quest.lo@pecps.poliziadistato.it

Rapina un coetaneo in stazione, fermo di un 21enne.

CONDIVIDI

L’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Lodi, con l’ausilio di personale della Squadra Mobile, ha proceduto, nel pomeriggio di lunedì 28 dicembre, al fermo di T.D., 21enne di nazionalità rumena, pregiudicato, residente in città ma di fatto senza fissa dimora, che poche ore prima si era reso responsabile di una rapina presso la locale stazione ferroviaria ai danni di un suo coetaneo.

La vittima, un 20enne monzese, si trovava nel lodigiano per motivi di lavoro, ed era stato avvicinato sul marciapiede del terzo binario dal fermato il quale, dopo averlo strattonato al collo gli aveva intimato di consegnare tutto il denaro che aveva con sé, e l’aveva poi percosso con due schiaffi al volto ed una violenta testata sul naso, minacciandolo altresì di gettarlo sotto un treno in transito.

Il malfattore dopo aver constatato che il portafoglio del ragazzo era vuoto, aveva frugato nelle sue tasche impossessandosi di un I Phone e degli auricolari, per un valore complessivo di circa 1000 euro, allontanandosi velocemente verso il sottopasso ferroviario.

Grazie alla minuziosa descrizione fornita dalla vittima e da due testimoni dell’evento ed all’acume investigativo degli operatori, in breve tempo è stato possibile dare un nome ed un volto al sospettato.

Diramate le ricerche, nonostante si fosse cambiato gli abiti, lo stesso è stato intercettato in via Dante, in attesa di salire su un autobus diretto in provincia: accortosi per tempo della presenza della Polizia faceva perdere le sue tracce ma, alcuni minuti dopo, grazie alle incessanti ricerche, è stato nuovamente notato in questa via XX settembre, dove la Volante ed un equipaggio della Squadra Mobile sono riusciti a porre definitivamente fine alla sua fuga.

Il sospettato è stato quindi accompagnato in Questura e, grazie alla moltitudine di elementi investigativi raccolti, è stato possibile, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Lodi, procedere al fermo di indiziato di delitto.

L’uomo è stato sottoposto a perquisizione e, all’interno di uno zaino di cui era in possesso, sono state rinvenute numerosi pezzi di formaggio parmigiano confezionati, verosimilmente provento di furto all’interno di un supermercato, una piccola quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana e due tessere bancomat sulle quale verranno svolti opportuni accertamenti.

Il fermato è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Lodi in attesa del giudizio di convalida del fermo.


31/12/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

02/12/2021 03:44:43