Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 LODI ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • fax: 0371444777
  • email: urp.quest.lo@pecps.poliziadistato.it

Le Volanti arrestano un uomo per tentato omicidio.

CONDIVIDI

In data 22 dicembre 2019 una Volante interveniva in via Defendente a Lodi, poiché da più persone veniva segnalata al 112NUE un’aggressione posta in essere da un uomo armato di martello nei confronti di un secondo soggetto.

Giunti sul posto gli operanti assumevano nell’immediatezza informazioni da un testimone che riferiva di aver osservato l’aggressore allontanarsi pochi istanti prima in direzione di una via limitrofa, e del quale mostrava una fotografia scattata poco prima.

Contestualmente gli operanti notavano uscire da un parcheggio un’auto, condotta dal soggetto descritto e fotografato dal testimone, che stava per imboccare via Defendente. I poliziotti prontamente provvedevano a fermare l’automobile e a far scendere il conducente dal mezzo, il quale si presentava con i vestiti macchiati di sostanza ematica e con escoriazioni recenti sulle mani, all’altezza delle nocche.

Il soggetto, visibilmente agitato, veniva sottoposto a scrupolosa perquisizione da parte degli operanti, i quali rinvenivano e sequestravano, occultati nell’automobile e nello zainetto in suo possesso, due coltelli da cucina di grosse dimensioni, una spranga in ferro con manico di plastica e un cacciavite della lunghezza di 22 cm.

L’uomo fermato veniva successivamente identificato per P.V., di nazionalità rumena e residente a Lodi. A suo carico risultavano precedenti di polizia di diversa natura, tra cui minacce, danneggiamenti e lesioni nei confronti dei vicini di casa, posti in essere anche per mezzo di oggetti atti ad offendere.

La vittima, soccorsa da personale del 118 e da altro personale delle Volanti giunto in ausilio agli operanti, risultava essere un soggetto maschile di nazionalità sudamericana, residente anch’esso allo stesso civico dell’aggressore. A causa della gravità delle ferite riportate al capo, la vittima si presentava in stato di incoscienza, e veniva trasportato in codice rosso presso l’ospedale San Matteo di Pavia, ove veniva ricoverato nel reparto di terapia intensiva in coma farmacologico.

Da immediati accertamenti compiuti dall’equipaggio operante si ricostruiva che l’aggressione era stata posta in essere per motivi legati al conflittuale rapporto di vicinato tra i due, in relazione al quale già in passato vi erano stati litigi che avevano visto protagonisti il nucleo famigliare della vittima e quello dell’aggressore.

Alla luce dei fatti sopra descritti il P.V. veniva tratto in arresto per il reato di tentato omicidio nei confronti del vicino di casa e deferito in stato di libertà per il reato di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

L’arresto veniva poi convalidato ed il soggetto colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.


23/01/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

13/08/2020 05:48:46